Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Alla proposta concordataria della "Casino de la Vallée SpA" ha aderito l'89,24 per cento dei rappresentanti dei crediti ammessi: «risultato straordinario»

comunicato stampa
Filippo Rolando, amministratore unico della 'Casino de la Vallée SpA'

In una nota, la società "Casino de la Vallée SpA", "dopo avere indirizzato formale richiesta di informazioni al Commissario giudiziale, in attesa dell’informativa ufficiale che proverrà a tempo debito dagli organi della procedura di concordato preventivo, comunica che il 29 luglio scorso è scaduto il termine, previsto dalla legge fallimentare, per l’esercizio del diritto di voto sulla proposta concordataria, da parte dei creditori ammessi".

"Con estrema soddisfazione la Società informa che la proposta di concordato da essa formulata ha registrato adesioni da creditori rappresentanti l’89,24 per cento dei crediti ammessi al voto - continua il comunicato - si tratta di un risultato straordinario, che premia un lavoro molto faticoso ed impegnativo, grazie al quale è stato possibile offrire ai creditori chirografari una percentuale di soddisfacimento (parimenti straordinaria) fissata al 78 per cento. L’approvazione della proposta concordataria da parte dei creditori rappresenta un ulteriore passo, fondamentale, nel percorso, ancora impegnativo, necessario per il completamento dell’operazione di risanamento".

"La Società ed il suo amministratore unico avvertono il dovere di ringraziare - si legge ancora continua la nota della "Casino" - in primo luogo, i creditori, per la fiducia che essi hanno riposto nella serietà della proposta, anche a dispetto di un contesto ambientale in cui (ancora negli ultimi giorni) non sono mancati atti gratuitamente denigratori; vanno però ringraziati anche i soci i quali, pure nei momenti più difficili, non hanno mai fatto mancare il loro sostanziale supporto alla proposta di risanamento, sempre nel rispetto dei differenti interessi perseguiti; e non si può dimenticare, infine, il contributo determinante offerto dal personale dipendente che, a tutti i livelli, ha garantito il massimo contributo per il rilancio della Casa da gioco".

"A questo punto si attende che il Tribunale fissi l’udienza che segnerà l’apertura del procedimento di omologazione - conclude la nota - che ci si augura sarà conseguita nel più breve tempo possibile, onde consentire alla Società risanata di iniziare a dare al più presto esecuzione alle obbligazioni concordatarie".

podcast "listening"