Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Nessuna conseguenza dopo l'incidente avvenuto alla centrale nucleare di Bugey, in Francia a 150 chilometri dalla Valle d'Aosta

redazione 12vda.it
La centrale nucleare di Bugey

"Non si evidenzia alcun valore di radioattività al di sopra della norma": così la "Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente - Arpa" della Valle d'Aosta, leggendo i dati della rete di monitoraggio che registra in tempo reale i livelli di radioattività, rassicura dopo il secondo incidente avvenuto in Francia, giovedì 29 giugno, nella centrale nucleare di Bugey, nel Comune di Saint-Vulbas, nella regione dell'Ain, a poco più di 150 chilometri dalla Valle d'Aosta: "l'evento, avvenuto alle ore 10.45 locali - si legge in una nota diffusa da "Arpa"- è accaduto con il reattore dell'unità 2 in condizioni di spegnimento programmato per l'effettuazione delle previste attività di manutenzione, nel corso delle quali un malfunzionamento di una valvola, rimasta bloccata sulla posizione di chiusura, ha comportato una sovrappressione del sistema di rimozione del calore dal reattore che ha determinato uno sfiato di una valvola di sicurezza del circuito stesso. La pressione del sistema di refrigerazione primario, essenziale per la sicurezza del reattore è comunque attualmente sotto controllo. Non è stato registrato alcun rilascio di radioattività all'esterno e, al momento, non si ritiene probabile che tale rilascio possa avvenire".

"L'Autorità di sicurezza nucleare francese informa che l'impianto ha attivato il suo Piano di emergenza interno - continua la nota - infatti, l'evento è al momento classificato come "facility emergency", una condizione che non richiede alcuna attivazione di misure protettive fuori dal sito come ad esempio quelle previste dal "Piano di emergenza esterna. Arpa Valle d'Aosta segue l'evolversi della situazione mantenendosi in contatto con l'Autorità nazionale per la sicurezza nucleare italiana".
Nella centrale di Bugey, la seconda più vecchia della Francia dopo quella di Fessenheim, lo scorso lunedì 19 giugno era scoppiato un incendio sul tetto di un edificio dell'unità 5 ma anche in quel caso, secondo l'Autorità di sicurezza nucleare francese, "non è stato constatato nessun impatto sull'ambiente".

ultimo aggiornamento: 
Giovedì 29 Giugno '17, h.18.10