Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Approvate le nuove linee guida per i "dsa" dopo i risultati della sperimentazione

comunicato stampa
Chantal Certan

Nella seduta di venerdì 30 agosto la Giunta regionale ha approvato la delibera che determina nuove indicazioni per la rilevazione precoce di difficoltà di apprendimento nella scuola dell’infanzia, ultimo anno, e nel primo anno della scuola primaria, rispetto a quanto stabilito dal protocollo d’intesa per l’attività di individuazione precoce dei casi sospetti di disturbo specifico dell’apprendimento approvato con deliberazione della Giunta regionale n. 1201/2014. Le nuove linee guida del protocollo saranno già introdotte a partire dall’anno scolastico 2019/2020.

"Le nuove indicazioni – spiega l’Assessora all’Istruzione Chantal Certan – sono emerse a seguito del lavoro svolto dal Comitato Scientifico sui Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA), che ha realizzato azioni di monitoraggio relative all’applicazione di queste linee guida, che hanno registrato una risposta corale e partecipativa delle istituzioni scolastiche, sia attraverso questionari on line sia ai due incontri in presenza. Il documento che abbiamo approvato oggi rappresenta l’esito di un lavoro sinergico e costruttivo che ha coinvolto negli anni numerosi insegnanti".
 



Il Comitato Tecnico Scientifico sui Disturbi specifici di apprendimento, previsto all’art. 3 della Legge regionale 12 maggio 2009, n. 8 "Disposizioni in materia di disturbi specifici di apprendimento", negli ultimi quattro anni, ha realizzato un monitoraggio sistematico sull’applicazione del “Protocollo d’intesa per l’attività di individuazione precoce dei casi sospetti di disturbo specifico dell’apprendimento.
Il Comitato ha ritenuto opportuno modificare gli Schemi di osservazione – scuola dell’infanzia ultimo anno e scuola primaria primo anno, per fornire suggerimenti concreti in ambito organizzativo/didattico e per agevolare e uniformare l'applicazione del Protocollo sul territorio regionale.




"L’indagine si è principalmente focalizzata sulle misure e attività messe in atto nelle scuole valdostane per individuare precocemente eventuali difficoltà degli alunni, nonché sulle modalità adottate per il potenziamento didattico, in particolare sono stati organizzati incontri in presenza sul territorio con i dirigenti e i referenti DSA delle Istituzioni scolastiche di base dipendenti dalla Regione e paritarie, e sono stati proposti questionari sia per la scuola dell’infanzia sia per la primaria. L’analisi dei risultati raccolti - conclude l’Assessora Certan - ha suggerito l’attivazione di specifiche azioni di formazione, proposte ad inizio di ogni anno scolastico, con l’obiettivo di approfondire e migliorare la conoscenza del Protocollo, supportare gli interventi per una sua corretta applicazione e mettere in rete prassi virtuose".

 

podcast "listening"