Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Arrivano da Montjovet ed Aymavilles Emma Francesca, ultima nata del 2018, e Leonardo, primo del 2019

redazione 12vda.it
Il piccolo Leonardo insieme a mamma Caterina e papà Michel

Dorme tranquillo tra le braccia di mamma, il piccolo Leonardo, tre chili e 450 grammi, primo nato in Valle d'Aosta nel 2019, alle ore 1.42 di Capodanno, con un parto naturale che ha avuto un travaglio oltre tre ore ma che, alla fine, non ha presentato alcun problema: «è andato tutto bene - confida Caterina Mercuri, 37 anni, residente ad Aymavilles, barista in un locale poco distante dall'ospedale "Beuregard", al suo secondo figlio, dopo Gabriele, di quattro anni e mezzo - il termine era previsto per lo scorso 27 dicembre, ho sentito tanto dolore ma tutto passa quando vedi tuo figlio. Il personale del reparto di ostetricia è stato splendido ed adesso noi siamo tutti tranquilli e sereni».
Accanto a lei il marito, Michel Chenal, 35 anni, dipendente di un supermercato di Sarre, al settimo cielo, che accetta con complicità l'inaspettata popolarità del momento. A livello nazionale, il primo nato del 2019 è stato Michele Letario, venuto alla luce proprio a mezzanotte, all'ospedale "San Carlo" di Potenza.

Ad Aosta le nuove nascite del 2018 si erano concluse alle ore 18.45 di lunedì 31 dicembre, con Emma Francesca, bimba di tre chili e cento grammi e lunga cinquanta centimetri, data alla luce da Vittoria Bertola, 32 anni, titolare di un apprezzato ristorante a Montjovet, anch'essa al suo secondo figlio, dopo Filippo. A festeggiare con discrezione ma con tanta gioia ed ironia la nuova nata e la mamma, tanti amici ed il marito Julien Treves, 25 anni, imprenditore agricolo, che ha assistito al parto.

Secondo i dati diffusi da "Istat", nel rapporto sulla natalità e fecondità della popolazione residente, nel 2017 "sono stati iscritti in anagrafe per nascita 458.151 bambini, oltre 15mila in meno rispetto al 2016. Nell'arco di tre anni, dal 2014 al 2017, le nascite sono diminuite di circa 45mila unità mentre sono quasi 120mila in meno rispetto al 2008" con "il calo della natalità che si riflette soprattutto sui primi figli, 214.267 nel 2017, diminuiti del venticinque per cento rispetto al 2008. Nello stesso arco temporale i figli di ordine successivo al primo si sono ridotti del diciassette per cento".

In Valle d'Aosta ogni donna, secondo le statistiche, ha 1,27 figlio, valore che sale a 2,02 per le straniere, con una media di 1,35, rispetto al valore nazionale dell'1,32 e di quello del Nord-ovest del 2,10. L'età media è 32,6 anni per le italiane e di 29,4 per le straniere mentre quella dei padri è di 35,6.
Secondo "Istat", in Valle d'Aosta i primi figli si sono ridotti del 35,5 per cento, valore superiore alla variazione media nazionale negativa del 24,5%): nel 2018, secondo i conteggi dell'ospedale "Beauregard", sono nati 880 bambini, venti in meno rispetto all'anno precedente, con undici parti gemellari. I parti cesarei rappresentano il ventuno per cento del totale.

Per quanto riguarda i nomi, per i maschietti quelli più utilizzati nel 2017 sono stati Francesco (3,1 per cento), Leonardo (2,8) ed Alessandro (2,6) a cui seguono Lorenzo, Mattia, Andrea, Gabriele, Riccardo, Matteo e Tommaso, mentre per quanto riguarda le femmine la maggioranza dei genitori ha scelto Sofia (3,3 per cento), Giulia (2,8) ed Aurora (2,6) e quindi Alice, Ginevra, Emma, Giorgia, Greta, Martina e Beatrice. Per gli stranieri i nomi preferiti sono stati, rispettivamente, Adam, David e Youssef e Sofia, Sara ed Emma.
In Valle d'Aosta, nel 2017, sono nati undici Riccardo e quattordici Alice.

ultimo aggiornamento: 
Martedì 1 Gennaio '19, h.16.05

timeline