Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Niente vini valdostani nel Capodanno da Courmayeur su "Rai1". La Regione risparmia 230mila euro

Angelo Musumarra

I vini valdostani non sfrutteranno l'opportunità di "product placement" nello show di Capodanno in diretta su "Rai1" da Courmayeur il prossimo 31 dicembre. Dopo le polemiche, durante la prima edizione valdostana de "L'anno che verrà", che avevano visto il brindisi della mezzanotte con un prosecco veneto, i produttori vitivinicoli della Valle d'Aosta, sia privati, sia in cooperativa, interpellati congiuntamente, hanno rifiutato di pagare un centesimo a bottiglia per inserire i loro prodotti nella trasmissione: «ci siamo presi per tempo quest'anno - spiega Aurelio Marguerettaz, assessore regionale al turismo, sport, commercio e trasporti - ma i produttori hanno ritenuto che non interessava questo tipo di promozione. In ogni caso, nelle cinque "cartoline" che verranno trasmesse durante la diretta, una tratta specificatamente dell'enogastronomia della Valle d'Aosta».
«Non sapevo di questa cosa - tuona il presidente della Regione, Augusto Rollandin - è un brutto messaggio, una scelta pessima, noi paghiamo le fiere tutto quello che c'è attorno e quando abbiamo qui manifestazioni di questo i produttori non partecipano. Speriamo che ci sia un loro ripensamento, altrimenti il ripensamento sarebbe generale, non è non mi sembra una bella notizia, speriamo che si trovi una collocazione diversa».
A condurre la diretta dal "Palaforum sport center" sarà di nuovo Carlo Conti, cooptato dalla "Rai", nonostante abbia dichiarato di «essere un po' stanchino» con Zucchero e la sua "Sesiòn cubana" come ospite speciale: «l'accordo triennale con la "Rai", siglato lo scorso anno - evidenzia Marguerettaz - definiva a grandi linee l'organizzazione del Capodanno, ed il momento ha imposto un ragionamento importante che ci ha permesso di diminuire del venti per cento il corrispettivo che versiamo alla "Rai" da un milione e cento ad 880mila euro. Conseguentemente abbiamo anche asciugato le ospitalità del personale della "Rai", dagli orchestrali ai ballerini, agli accompagnatori, che sono scese da 1.800 a novecento, mantenendone solo 55 a Courmayeur e spalmando tutte le altre fino a Saint-Vincent, quindi anche ad Aosta. Durante la diretta, che durerà cinque ore, vedremo cinque "cartoline", una in più rispetto le quattro contrattualizzate, le cui riprese sono in corso in questi giorni, che metteranno in evidenza le nostre stazioni sciistiche, l'attrattiva culturale, il Forte di Bard, l'enogastronomia ed il Tor des géants. Ci sarà anche un collegamento con Aosta ed il Capodanno di piazza Chanoux dove sarà necessario avere l'accortezza di trovare artisti che siano coerenti con lo standard di "Rai1" non possiamo certo andare a cantare io ed i miei amici».
Il fotogramma di inizio del promo della trasmissione che andrà in onda su 'Rai1' Per quanto riguarda il Capodanno del capoluogo sono ancora in corso le trattative con due artisti ed un presentatore di livello nazionale anche se, secondo il presidente Rollandin, l'ipotesi di Aurelio Marguerettaz cantante, «ci potrebbe stare, visto che è il primo dell'anno».
«Scherzi a parte - continua l'assessore regionale al turismo - abbiamo cercato di ottimizzare anche la distribuzione dei biglietti di ingresso allo show, che sono gratuiti. Lo scorso anno ci sono state oltre quattromila richieste quindi, per evitare che ci siano persone che se ne accaparrino quindici o venti, abbiamo deciso un contingentamento limitandoli a quattro per persona e di ritirarli necessariamente entro il 30 dicembre, così da evitare il "pasticcio" fino all'ultimo. Il fatto è che, essendo gratuito l'ingresso, c'è il reale rischio che la gente prenoti e poi non vada, precludendo poi l'accesso a chi vuole effettivamente assistere allo show. In questo modo abbiamo la precauzione dei ritiri entro il giorno prima della diretta, ridistribuendo gli ingressi a chi sarà nelle liste d'attesa».
Per prenotare il biglietto, ne sono disponibili duemila, è necessario scrivere una mail a capodannorai@turismo.vda.it, indicando nome, cognome, città di residenza, numero di telefono ed e-mail del richiedente, nonché il numero di persone, con l'indicazione dei nominativi, delle persone per le quali si richiede il biglietto, e non sono ammessi, per questioni di sicurezza, i bambini al di sotto dei dodici anni d'età. La richiesta è quindi impegnativa, e va quindi fatta solo se si è sicuri di voler partecipare alla trasmissione. Verranno prese in considerazione le e-mail solo se contenenti tutti i dati richiesti e per un massimo di quattro persone.
L'Office régional du tourisme risponderà via e-mail all'indirizzo indicato, confermando la prenotazione e, solo dopo la comunicazione di conferma sarà possibile ritirare i biglietti, azione che andrà necessariamente effettuata entro e non oltre domenica 30 dicembre l'Office du tourisme di Aosta, alla Porta Prætoria, aperto tutti i giorni dalle ore 9 alle 19, o quello di Courmayeur, tutti i giorni dalle ore 9 alle 13 e dalle 14 alle 19. Coloro che non avranno ritirato i propri biglietti entro il 30 dicembre avranno perso il diritto di riceverlo, ed il 31 dicembre si procederà alla consegna dei biglietti non ritirati a coloro che saranno in lista di attesa.
Ulteriori informazioni si possono richiedere, dalle ore 9 alle 13, al numero 335.57.53.702.

timeline