Oltre dodicimila visitatori per la quinta edizione di "ChocoLaThuile" tra degustazioni, workshop e cultura gastronomica, senza dimenticare il piacere del cioccolato

redazione 12vda
Il momento finale dell'estrazione della lotteria cioccolatosa

Domenica 30 agosto si è conclusa a La Thuile la quinta edizione di "ChocoLaThuile", la "tre giorni" di scoperta, degustazione, cultura, arte e creatività dedicata interamente al cioccolato. Anche quest'anno l'evento ha registrato grande affluenza di pubblico durante le esposizioni, i laboratori, le degustazioni, i "workshop" ed convegni dedicati al "cibo degli dei".
La manifestazione, organizzata dal Comune di La Thuile in collaborazione con il "Consorzio operatori turistici" e la locale cioccolateria pasticceria "Chocolat" di Stefano Collomb, si è confermata un appuntamento imperdibile per intenditori, curiosi e golosi. Nella tensostruttura allestita per l'occasione sono passati oltre dodicimila visitatori che hanno potuto assaporare con gli occhi e con il palato il meglio della produzione italiana del cioccolato artigianale proposto, in ogni forma, gusto e profumo, dai trenta espositori presenti, oltre che assistere ai momenti formativi di Giancarlo Maestrone nella "Fabbrica del cioccolato", alle sessioni di degustazione di cioccolato a cura di Elena Gaggion, brand manager di "Icam cioccolato" e provare il piacere di piatti nei quali il cioccolato è stato abbinato ai sapori tipici della cucina valdostana, come nella "crespella al cacao con seirass e verza stufata" di "Le Coq Au Vin", il ristorante dell'hotel "Chalet Eden" o negli "gnocchi con fonduta di Fontina e Bleu d'Aoste, Jambon de Bosses tagliato a julienne" spruzzati al cioccolato, ed ancora nello "spezzatino di manzo con nocciole tostate e cioccolato con polenta" e nel "gelato con castagne e miele spruzzato a cioccolato" e nel "pane nero con frutta secca e cioccolato" proposti dal ristorante "Les Granges", fino alle classiche crêpes della "Brasserie Du Bathieu".

All'inaugurazione ha partecipato Renzo Testolin, assessore regionale all'agricoltura e alle risorse naturali, oltre al sindaco di La Thuile, Mathieu Ferraris ed al vice bindaco, Barbara Frigo, mentre nella seconda giornata era presente anche Aurelio Marguerettaz, assessore regionale al turismo, sport, commercio e trasporti: «il sole ed i maestri cioccolatieri sono stati i protagonisti di questa quinta edizione di "ChocoLaThuile" - commenta Dario Bandito, assessore comunale al turismo, sport e commercio - la presenza delle autorità regionali e la grande affluenza di pubblico nei tre giorni di questa grande festa del cioccolato, testimoniano quanto la scoperta dei territori passi anche attraverso le esperienze enogastronomiche. La novità di questa edizione è stata l'inserimento di tre cantine vitivinicole della Valle, "Grosjean", "Barrò" e "Curtaz", che hanno presentato una selezione di vini in abbinamento ai piatti proposti nell'area ristorativa di "ChocoLaThuile" dai tre ristoranti presenti. Grande interesse hanno suscitato anche le sculture di Giulio Jacquemod, quella in cioccolato dedicata alla pista numero 3, che i prossimi 20 e 21 febbraio sarà teatro delle due gare della "Coppa del Mondo" di sci femminile e quella in legno ispirata proprio alla "Ladies Ski World Cup", oltre alle creazioni di Edoardo Berger, con rimandi alla storia e ai paesaggi naturali di La Thuile».

"ChocoLaThuile" si è chiuso con la tradizionale lotteria cioccolatosa: chi ha acquistato qualcosa durante la "tre giorni" ha avuto un biglietto e tra i diversi premi, quello che lascerà il ricordo della manifestazione nei mesi a seguire è sicuramente il fustino da otto chili di crema spalmabile, vinto da un residente del posto.