Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Selezionati i dieci produttori finalisti del concorso "Fontine d'alpage 2014": dal 29 novembre inizia la vendita, anche in alberghi e ristoranti

redazione 12vda.it
Le 'Fontine' in gara

Sono stati selezionati, nel pomeriggio di giovedì 20 novembre, i dieci produttori finalisti del concorso "Fontina d'Alpage 2014", selezionati da oltre 250 assaggiatori che hanno giudicato, anonimamente, le cinquanta forme di "Fontina" in gara, tra i quali c'erano anche studenti di due classi dell'Università di scienze gastronomiche di Pollenzo e di due classi dell'Istituto professionale regionale alberghiero di Châtillon.
I dieci produttori sono Claudio Berthod dell'alpeggio "Champillon" di Doues, Tiziana Cerise dell'alpeggio "Barasson" di Etroubles, Aurelio Crétier, già finalista nel 2013, dell'alpeggio "La Commune-de-By" di Ollomont, la società "La Borettaz" che gestisce l'alpeggio "La Pierre" ad Aymavilles, Ida Letey dell'alpeggio "Rossa" di Doues, la società "Lo Soleil", gestore dell'alpeggio "Cénevé" di Quart, Lidia Lucianaz dell'alpeggio "Djouan" di Valsavarenche, Claudio Pomat dell'alpeggio "Comba German" di Etroubles, Fulvio Viérin dell'alpeggio "Pesse" di Saint-Pierre ed Attilio Yeuilla, vincitore del concorso 2013, dell'alpeggio "Les Maisonnettes" di Avise.
Il concorso "Fontina d'Alpage", giunto alla sua dodicesima edizione, organizzato dall'Assessorato regionale all'agricoltura e risorse naturali, in collaborazione con la "Chambre valdôtaine" e con il supporto tecnico del "Consorzio produttori e tutela Fontina" e della "Cooperativa produttori latte e Fontina", ha l'obiettivo di valorizzare il settore lattiero-caseario valdostano, attraverso il riconoscimento delle migliori "Fontine" prodotte nella stagione estiva, per incoraggiare tutto il comparto agricolo nel conseguimento di traguardi di qualità e per segnalare ai consumatori le forme e i produttori migliori.
Tra le dieci "Fontine" finaliste saranno premiate solo quelle che rientreranno nelle due fasce di riconoscimento, la "Grande médaille d'or" e la "Médaille d'or", e che saranno annunciate nel corso della cerimonia finale di premiazione, che si terrà mercoledì 26 novembre, alle ore 11, alla "Maison Gargantua" di Gressan al numero 3 di frazione Moline.
La partecipazione, alla giuria del concorso, di due classi di studenti dell'Università di Pollenzo, è stata preceduta da un incontro tra Renzo Testolin, assessore regionale all'agricoltura e risorse naturali, e di Aline Viérin, direttore del Consorzio con una delegazione di rappresentanti dell'Ateneo, guidata dal vice presidente Silvio Barbero e dal pro-Rettore Michele Fino: «l'incontro è stato un punto di partenza per allacciare nuovi contatti con l'Università - ha evidenziato Testolin - importante riferimento in ambito enogastronomico che forma professionisti del settore e pone grande attenzione a tutte le produzioni territoriali. La collaborazione tra tutti gli attori regionali del settore e l'Università potrebbe dimostrarsi un'ottima risorsa a supporto della valorizzazione delle peculiarità enogastronomiche della Valle d'Aosta».
Le circa duecento forme saranno poi commercializzate, in un'apposita confezione, nel punto vendita presso il "Marché Vert Noël", in programma al Teatro Romano di Aosta dal 29 novembre al 6 gennaio e da altri punti vendita dislocati sul territorio regionale, compresi alberghi e ristoranti: la "Fontina" sarà disponibile al prezzo di 30 euro al chilo per la "Grande médaille d'or" e di 26 euro al chilo per la "Médaille d'or" oppure, in pezzi porzionati sotto vuoto da circa 400 grammi, al prezzo di 12 euro per la "Fontina grande médaille d'or" e 10 euro e 50 centesimi per la "Fontina médaille d'or".