Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Dopo sette anni, ordinati tre nuovi sacerdoti in Valle d'Aosta che mitigheranno la scarsità di parroci: in seminario restano altri tre seminaristi

redazione 12vda
I tre nuovi sacerdoti con i vescovi Franco Lovignana e Giuseppe Anfossi

Sono Fabrizio Balestra, 58 anni, Diego Cuaz, 27 anni, e Junior Carlo Luisetti, 25 anni, tre nuovi sacerdoti ordinati sabato 15 giugno dal vescovo della Diocesi di Aosta, monsignor Franco Lovignana. Per la comunità diocesana valdostana, riunitasi nella cattedrale di Aosta, è stato un momento importante e profondo di preghiera e di festa: erano sette anni, infatti, che la diocesi non si arricchiva di nuovi "operai", dall'ordinazione di don Gabriel Bogatu e don Nicola Corigliano, celebrata il 4 giugno 2006.
Monsignor Lovignana ha invitato l'intera comunità dei credenti a stringersi in preghiera intorno ai tre nuovi ordinati, già diaconi dal 2012, «affinché possano vivere pienamente la propria vita sacerdotale e di comunità». Nel ricordo di san Bernardo, celebrato dalla Chiesa cattolica proprio il 15 giugno, il vescovo ha quindi sollecitato Fabrizio, Diego e Carlo «a farsi ospizio, sempre pronto all'accoglienza e all'ascolto e a rendersi testimoni della carità di Cristo, che non giudica, ma perdona».
Al termine della celebrazione, il rettore del Seminario di Aosta, il canonico don Renato Roux, ha invitato tutti i fedeli a proseguire la festa nel giardino del seminario, con un momento di convivialità. Il vescovo non ha ancora reso nota la destinazione dei tre nuovi sacerdoti, che andranno a mitigare, almeno in parte, le difficoltà incontrate dalla diocesi soprattutto nell'ultimo anno, a causa della scarsità di celebranti.
Per il momento Fabrizio, Diego e Carlo sono impegnati nelle loro prime messe, che si terranno nelle parrocchie di origine e in quelle in cui hanno prestato servizio in questi anni di formazione. Don Fabrizio Balestra ha celebrato domenica 16 giugno a Sant'Orso e sarà nella chiesa parrocchiale del Villair di Quart il 23 giugno alle ore 10.30. Maggiori gli impegni di don Diego Cuaz, che ha già celebrato la sua prima messa domenica 16, nel santuario dell'Immacolata di Aosta, e che domenica 23 sarà nella chiesa di Sant'Eustachio di Chesallet, alle ore 9.15, quindi a San Maurizio di Sarre, alle ore 10.30, poi ancora alla Madonna della Gioia di Montan alle ore 18.30. Lo si troverà nuovamente giovedì 28 giugno, alle ore 20.30, presso la Madonnina, in via Mont Falère 3 e domenica 30 nella chiesa di San Pantaleone di Valpelline, alle ore 10.45. Don Junior Carlo Luisetti ha celebrato anche egli la sua prima eucarestia il giorno dopo l'ordinazione, nella chiesa parrocchiale Sant'Eusebio di Quart; il 23 giugno, alle ore 16.30, sarà invece alla cappella del monastero "Mater Misericordiae" di Quart, il 29, alle ore 18, celebrerà presso la Cattedrale di Aosta e infine il 7 luglio, alle ore 11, nella parrocchia di Santa Margherita di Bionaz.
In seminario rimangono ora Daniele Borbey, Lorenzo Sacchi e Sami Sowes, ancora impegnati nel percorso di studi teologici, che li vede dividersi tra Torino, dove studiano, Ivrea, dove risiedono in settimana, ed Aosta, dove tornano nei fine settimana per poter svolgere il proprio tirocinio pastorale.

Elena Corniolo

timeline