Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Centomila euro per il finanziamento di iniziative e progetti in favore delle giovani generazioni

comunicato stampa

L’Assessorato all'istruzione, Università, ricerca e rolitiche giovanili della Regione autonoma Valle d’Aosta ha indetto un avviso pubblico per favorire progetti e iniziative a carattere locale e/o regionale capaci di generare nuove possibilità e soluzioni a problemi e priorità che impattano sulle giovani generazioni, a valere sulle risorse del "Fondo per le politiche giovanili".

«Attraverso questa iniziativa progettuale, incentrata sulle aree di intervento "Contrasto alla povertà educativa" e "Giovani Saperi", puntiamo a fornire ai giovani valdostani tra i 14 e i 29 anni nuove possibilità e soluzioni a problemi e priorità che impattano sulle generazioni del domani» spiega l’assessora Chantal Certan.
L’avviso rappresenta una misura, gestita dalla Struttura politiche giovanili, progetti cofinanziati ed europei, che intende offrire un sostegno finanziario ad iniziative rivolte ai giovani e incoraggiare, in particolare, le associazioni giovanili ad attivare progetti tematici e territoriali, anche sperimentali. In un’ottica di applicazione e sviluppo del principio costituzionale di "sussidiarietà orizzontale", si intendono attivare sinergie operative con gli enti senza scopo di lucro presenti sul territorio regionale volte al soddisfacimento mirato dei bisogni emergenti locali e dell’interesse generale.

Gli ambiti di intervento dell'avviso, per i quali possono essere presentate le proposte progettuali sono al "linea di intervento A - Contrasto alla povertà educativa" e la "linea di intervento B - Giovani Saperi". Le azioni progettuali, a pena di esclusione, devono avere come destinatari diretti esclusivamente giovani di età compresa tra i 14 e i 29 anni, residenti o domiciliati nel territorio regionale.
Possono essere soggetti proponenti i soggetti di diritto privato, senza fini di lucro, con sede legale in Valle d’Aosta, che rientrano nell’ambito delle seguenti tipologie: associazioni giovanili ricomprese nell’elenco delle associazioni giovanili operanti nel territorio regionale, di cui all’articolo 8 della legge regionale numero 12 del 2013. altre associazioni, riconosciute e non riconosciute, fondazioni ed organizzazioni di volontariato ed associazioni di promozione sociale che risultano iscritte, nelle more dell’operatività del "Registro unico nazionale del terzo settore", rispettivamente nel registro delle "Organizzazioni di volontariato" e nel registro delle "Associazioni di promozione sociale" della Regione autonoma Valle d’Aosta.

La domanda di ammissione al finanziamento corredata degli allegati necessari, va presentata, nel rispetto delle disposizioni vigenti in materia fiscale, alla Struttura politiche giovanili, progetti cofinanziati ed europei dell’Assessorato istruzione, Università, ricerca e politiche giovanili della Regione autonoma Valle d’Aosta, in piazza Deffeyes, 1 ad Aosta.
Sulla pagina tematica “Politiche giovanili” del sito istituzionale della Regione autonoma Valle d’Aosta è scaricabile tutta la documentazione ai fini della presentazione della relativa domanda di finanziamento. La domanda dovrà pervenire entro e non oltre le ore 12 del giorno 30 ottobre, a pena di inammissibilità.
Le risorse finanziarie disponibili per la realizzazione degli obiettivi oggetto dell'avviso ammontano complessivamente a 100mila euro, 50mila euro per ogni linea di intervento