Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Due giovani arrestati dai Carabinieri: il primo aveva in casa trecento grammi di hashish, il secondo ha distrutto l'abitacolo di una "gazzella" dell'Arma

comunicato stampa
Alex Alliod (foto da 'Facebook')

Nel pomeriggio di mercoledì 14 febbraio nel corso dei controlli dei soggetti sottoposti a misure, i Carabinieri della stazione di Aosta stazione traevano in arresto Alex Alliod, aostano 26enne, sottoposto alla detenzione domiciliare. Nella circostanza, dopo l'ispezione personale e domiciliare, veniva sorpreso a detenere all'interno propria abitazione, circa trecento grammi complessivi in venticinque ovuli preconfezionati di sostanza stupefacente del tipo hashish. L'arrestato è stato associato presso la Casa circondariale di Brissogne in attesa dell'udienza di convalida.

Nella notte tra sabato 17 e domenica 18 febbraio i Carabinieri dell'aliquota radiomobile hanno tratto in arresto Mattia Lombardi, aostano di 23 anni, per il reato di violenza, resistenza e minaccia a pubblico ufficiale, nonché di danneggiamento di veicolo militare. Il giovane, sotto effetto di alcool, disturbava altri avventori in un locale di intrattenimento aostano e per questo veniva allontanato della "security". Non contento cercava di rientrarvi ed all'intervento dei Carabinieri durante le procedure di identificazione si scagliava contro uno di essi cagionandogli delle lievi lesioni e quasi distruggeva l'abitacolo dell'autovettura di servizio utilizzata per portarlo negli uffici della caserma di via Clavalitè. Ora si trova ai domiciliari in attesa del rito direttissimo (Lombardi ha patteggiato una condanna, sospesa, ad otto mesi di reclusione, n.d.r.).

Sabato sera i Carabinieri di Cogne sono intervenuti per un ritrovamento a casa di un minatore deceduto, di esplosivo da cava: è stata necessaria la collaborazione tecnica degli artificieri della Questura di Torino, che hanno bonificato i locali dopo poche ore dalla richiesta di intervento, mettendo in sicurezza l’area.

timeline