Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

E' mancato il disegnatore Janus Scali: come Franco Balan, anche lui ha regalato, nel suo necrologio, la sua ultima opera d'arte

redazione 12vda.it
Un dettaglio dell'ultimo disegno di Janus Scali

Una trentina d'anni, la passione per il disegno, la malattia: Janus Scali se n'è andato in silenzio e ha lasciato il suo messaggio ancora una volta alla penna. Martedì 4 luglio sono comparse nelle vie di Aosta curiose epigrafi, artistiche, originali, "alla Franco Balan", con la data del 30 luglio.

Tra i suoi lavori c'è anche il bozzetto per la "Campagne d'adésion 2013" dell'Union Valdôtaine, un simpatico leone rossonero con lo sfondo del logo. Silenzio assoluto da parte dell'azienda di servizi funebri che ha stampato il necrologio così come sono poche le parole sul del manifestino tra le epigrafi.
Solo la firma al centro del disegno ne svela l'autore: «Senza fare nomi, senza dare colpe o meriti colgo l'occasione per ringraziare tutte le persone meravigliose che ho conosciuto e incontrato. Janus».

timeline