Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Grande cordoglio per la scomparsa di Ercole Balliana, che ha lasciato un messaggio per amici e colleghi: «ora inizio un altro percorso»

redazione 12vda.it
Ercole Balliana ed Arnaldo Colasanti

«Mi è piaciuto il percorso che ho fatto in questa vita, ma l'ho finito. Ora ne inizio un altro». E' questo il senso del messaggio che Ercole Balliana, dirigente regionale del Sistema bibliotecario, assessore al territorio del Comune di Sarre (incarico che aveva lasciato il 30 marzo), scomparso lunedì 29 maggio all'età di 58 anni, divorato da una terribile malattia scoperta a settembre, ha lasciato ai tantissimi amici e conoscenti che, nel pomeriggio di 31 maggio, nel tempio crematorio del cimitero di Aosta hanno partecipato al suo funerale laico per tributargli l'ultimo saluto.

A rendere pubblicamente nota la grave malattia di Balliana era stato Arnaldo Colasanti, il 1° maggio, in chiusura di "Les Mots", quando, visibilmente commosso, gli aveva dedicato l'edizione 2017 del "Festival della Parola", che aveva organizzato fino al 2015, quando venne trasferito dalla struttura dei Beni culturali al Sistema bibliotecario: «io l'ho conosciuto durante la campagna elettorale per le Comunali di Sarre - ricorda Chantal Certan, assessore regionale all'istuzione e cultura - e mi era sembrata una persona molto forte e determinata, con tante idee, che voleva offrire alla popolazione delle alternative credibili».

L'ultimo impegno "pubblico" di Ercole Balliana era stato il 20 maggio scorso, quando, nei locali dell'hospice dell'ospedale "Beauregard", aveva salutato colleghi ed amici, consapevole che non gli restasse molto tempo. In molti hanno evidenziato la sua forza, la sua lucidità, in contrasto con l'aspetto fisico, martoriato dalla malattia che, partita da un rene, si era estesa a tutto il corpo: «la Regione e tutta la Valle d'Aosta perdono una persona con un ampio bagaglio di esperienze e valori - aggiunge la Certan - sapevo che, come direttore della Biblioteca regionale, insieme ad alcuni bibliotecari, stava studiando la revisione della legge regionale sul Sistema bibliotecario. E' doveroso riprendere il lavoro che lui ha iniziato».

Balliana, che era laureato in architettura, dopo aver diretto le colonie estive del Comune di Aosta era entrato in Regione dove si era occupato delle Infrastrutture ricreative e sportive, del Servizio patrimonio, della Direzione salute, per poi passare alle Direzione attività culturali. Dopo essere stato nominato Capo servizio della gestione delle biblioteche era diventato dirigente della Struttura di promozione per i beni e le attività culturali, prima di dirigere il Sistema bibliotecario regionale.

Ercole Balliana lascia la moglie, Fiorella Costenaro ed i figli Ylenia e Yuri: alla famiglia le condoglianze della proprietà, direzione e redazione di 12vda.

Arnaldo Colasanti saluta e dedica "Les Mots" ad Ercole Balliana da 12vda su Vimeo.

 

ultimo aggiornamento: 
Mercoledì 31 Maggio '17, h.15.35

timeline