Un portiere 24enne muore in piazza Chanoux, durante il "Trofeo Città di Aosta" di calcio a cinque forse per il troppo caldo

redazione 12vda.it
Carabinieri e Polizia Locale durante i rilievi in piazza Chanoux ad Aosta

Maicol Castelnuovo, 24enne di Aymavilles, barista e portiere, che nella passata stagione aveva giocato nello "Charvensod", nel campionato di "Eccellenza", in prestito dall'"Aygreville", è morto poco dopo le ore 18 di venerdì 23 giugno, mentre stava partecipando al "Trofeo Città di Aosta" di calcio a cinque, in piazza Chanoux, nel capoluogo regionale.

Il portiere si è improvvisamente accasciato a terra durante la prima partita. Castelnuovo, mentre stava giocando con la squadra del "Café du Centre" nella prima partita del torneo, era davanti alla sua porta e si è improvvisamente accasciato al suolo. Ha tentato di rialzarsi ma non ce l'ha fatta ed rimasto per terra: subito soccorso dai compagni e dal medico presente nella zona, anche con il supporto del defibrillatore, è stato successivamente caricato in ambulanza, arrivata sul posto, dove però ha avuto una crisi cardiaca che gli è risultata fatale e nulla hanno potuto fare gli operatori sanitari.

Torneo sospeso per lutto: alla camera mortuaria triste pellegrinaggio degli amici. Il torneo, alla sua settima edizione, organizzato dalla "Asd Valdostana", con il supporto del Comune di Aosta, era iniziato alle ore 14 ed è stato ufficialmente sospeso alle ore 18.24: sul posto, oltre agli operatori del "118", sono arrivati i Carabinieri, gli agenti della Polizia e quelli della Polizia Locale, che hanno svolto i rilievi ed ascoltato le testimonianze dei presenti, ancora attoniti per l'accaduto.
Dopo che si è diffusa la notizia della scomparsa di Castelnuovo, i partecipanti al torneo hanno voluto salutarlo per l'ultima volta e si sono recati, ancora con indosso le divise, alla camera mortuaria dell'ospedale "Parini", dove a stento si riuscivano a trattenere le lacrime: «scrivo a nome della Giunta del Comune di Aosta. Uso uno strumento forse non adeguato - ha commentato, su "Facebook", Carlo Marzi, assessore comunale allo sport - ma è morto un ragazzo di 24 anni, Maicol Castelnuovo. Siamo vicini alla sua famiglia e ai suoi amici in questo momento di profondo dolore e porgiamo a tutti loro le nostre più sentite condoglianze. Insieme agli organizzatori e ai capitani di tutte le squadre abbiamo deciso di interrompere immediatamente il torneo di calcio a cinque e sia le altre manifestazioni. Non ci abbiamo pensato neanche un attimo. Questi giorni dovevano essere giorni di felicità e amicizia facendo sport. Non c'è più nulla di tutto ciò. Solo tristezza, amarezza e sbigottimento».

"Cinque minuti e dieci secondi per raggiungere il target". Tra le ipotesi che hanno provocato la morte del portiere, che aveva recentemente partecipato ad uno stage di perfezionamento e che era apparentemente in ottime condizioni di salute, l'eccessivo caldo che ha caratterizzato la giornata: non manca chi chiede all'organizzazione di valutare se le eventuali prossime edizioni del torneo non possano essere trasferite nella zona sportiva di Aosta, o di anticiparle ad aprile o ancora di giocare le partite solo in orario serale ma c'è anche chi ha criticato i tempi e le modalità di soccorso.
"Per completezza di informazione", il "Centro unico del soccorso" ha precisato, in una nota diffusa sabato 24 giugno, che "in relazione ai tempi di intervento" dell'ambulanza, che non era presente nelle vicinanze dei campi di calcio "dalla ricezione della chiamata al momento in cui l'equipaggio di soccorso avanzato ha raggiunto il "target" (il paziente), sono intercorsi complessivamente cinque minuti e dieci secondi, (due minuti di chiamata e tre minuti e dieci secondi di viaggio)". Un'ulteriore nota, diffusa "solo per chiarire" nella giornata di domenica 25, precisa che "l'ambulanza ha lasciato la piazza a velocità moderata perché all'interno del vano sanitario erano in corso manovre di rianimazione".
Le precisazioni del "Centro unico del soccorso" sono stati confermati dalla Direzione generale dell'Azienda Usl in un comunicato stampa diffuso nella giornata di venerdì 30 giugno, dove viene aggiunto che "tutti i dati tecnici e sanitari relativi all'intervento sono stati immediatamente trasmessi e acquisiti dall'autorità giudiziaria competente, cui è rimessa ogni valutazione in merito. Resta vivo il nostro pensiero ai famigliari del giovane Maicol, a quali giungano le nostre più sentite condoglianze".
Surreale l'atmosfera nel centro del capoluogo, con i locali comunque aperti in funzione del torneo, con tanta gente a passeggiare nonostante il caldo e la tristezza negli sguardi dei calciatori, ancora increduli per la scomparsa del giovane portiere: «sgomenti ci stringiamo alla famiglia del nostro portierone! Ciao Maicol» lo ha ricordato, sempre su "Facebook", Massimo Lattanzi, presidente dello "Charvensod".

Al medico torinese Roberto Testi l'incarico di svolgere l'autopsia. La Procura di Aosta ha aperto un fascicolo a carico di ignoti per il reato omicidio colposo e lunedì 26 giugno, per cercare di determinare le cause della morte, è stata eseguita l'autopsia sul corpo dello sfortunato calciatore da parte di Roberto Testi, esperto medico legale di Torino, docente alla facoltà di chimica dell'Univesità torinese, direttore del Dipartimento di tutela della salute, consulente per la Procura in casi sovente di rilevanza nazionale, tra cui anche il delitto di Cogne, e collaboratore del "Ris" dei Carabinieri di Parma. I risultati arriveranno entro due mesi.
Dopo l'esame autoptico è stato concesso il "nulla osta" per i funerali che si sono tenuti nel pomeriggio di martedì 27 giugno, nella chiesa parrocchiale di Aymavilles, di fronte a tantissimi amici che hanno voluto portare l'ultimo saluto a Maicol Castelnuovo, compresi i dirigenti dello "Charvensod" e dell'"Aygreville", diversi dei quali hanno indossato un maglietta con il numero "1" ed il nome dello sfortunato portiere: a portare fuori la bara dalla chiesa, i compagni di squadra del "Cafè du centre" e del "Real La Ruine", la squadra dilettantistica con la quale Castelnuovo giocava i tornei estivi di calcio. Anche il parroco, don Gabriel Bogatu, nella sua omelia, ha chiesto chiarezza sulle cause dell'inspiegabile morte del giovane portiere: «questa comunità, i giocatori di calcio ma anche la sanità si chiede cosa sia successo».

La liberatoria firmata da tutti i giocatori del torneo. Per partecipare al "Torneo Città di Aosta" l'organizzazione richiede una liberatoria in cui, tra le varie concessioni, ogni singolo giocatore sottoscrive di essere "a piena conoscenza dei potenziali rischi connessi alla partecipazione a questo torneo e alle relative attività collaterali e di conseguenza" e quindi dichiara "di voler preventivamente liberare ed esonerare da qualsiasi onere e responsabilità gli organizzatori della manifestazione", impegnandosi a "verificare le norme e le disposizioni che mi consentono di partecipare al torneo e la mia relativa idoneità fisica". Ogni giocatore, inoltre, dichiara, "sotto la mia esclusiva responsabilità, di essere stato accuratamente visitato da un medico che mi ha concesso l'idoneità fisica per partecipare a tale manifestazione" e che il relativo certificato medico non viene fornito "per una semplice dimenticanza, esonerando l'organizzazione da qualsiasi responsabilità ad essa connessa", ribadendo il fatto che "gli organizzatori dell'evento non sono responsabili dell'esattezza dei dati forniti dai singoli giocatori".

Un minuto di silenzio nel pomeriggio di sabato 24 giugno. Nella mattinata di sabato 24 giugno la Presidenza della Regione ha espresso "i sentimenti di cordoglio e partecipazione per il grave lutto che ha duramente colpito la famiglia del giovane Maicol Castelnuovo - si legge in una nota - il dramma si è verificato ieri, in piazza Chanoux, ad Aosta, in un momento di festa e di sport e ha coinvolto e toccato profondamente l'intera comunità valdostana".
Nel pomeriggio, alle ore 17.10, l'orario in cui Maicol Castelnuovo si era sentito male, gli organizzatori del torneo lo hanno ricordato, insieme alle diversi giocatori delle squadre iscritte: lo staff del "Torneo Città di Aosta" è entrato nel "campo 2" e insieme agli altri partecipanti, restati fuori, gli hanno dedicato due applausi ed un minuto di silenzio, alla fine del quale, davanti alla porta, è stato posato dal fratello Mattia, un mazzo di fiori, subito rimosso, mentre, nei bar affacciati in su piazza Chanoux, i clienti continuavano tranquillamente a godersi il sabato pomeriggio, come se non fosse successo nulla: «torneranno i giochi, riappariranno i sorrisi, gli sfottò, gli abbracci, le birre, correranno i palloni, qualcuno tirerà, altri si tufferanno e la Vita riprenderà, veloce come sempre - ha commentato Franco Napoli, commerciante ed ex consigliere comunale di Aosta - mi piace immaginare il nostro Maicol che continua a giocare, la sua invisibile partita in mezzo ai nostri ragazzi, in quella dimensione parallela dove si appoggiano leggere le nostre preghiere».

Cordoglio comune tra Aosta ed Aymavilles. "Le due Amministrazioni comunali di Aosta ed Aymavilles sono unite in questo momento di estremo cordoglio per la recente scomparsa dei giovani Mohssine Ezzemmal e Maicol Castelnuovo - si legge sulla pagina "Facebook" del Comune di Aosta - durante il prossimo Consiglio comunale di Aosta sarà osservato un minuto di silenzio in onore di Mohssine e di Maicol. Il gonfalone della Città di Aosta, unitamente al gonfalone del Comune di Aymavilles, sarà presente durante le esequie di Maicol. Mercoledì scorso, all’apertura del Consiglio Comunale, il sindaco ha porto le condoglianze alla famiglia Ezzemmal a nome di tutto il Consiglio, vista l’impossibilità dell’Amministrazione a partecipare al funerale del piccolo Mohssine in Marocco, è stato inviato un biglietto di cordoglio per espiremere la vicinanza ai genitori in questo momento di dolore".
La salma di Maicol Castelnuovo è stata cremata nella giornata di giovedì 29 giugno, dopo l'autorizzazione della Procura di Aosta.


Il ricordo di Maicol Castronuovo in piazza Chanoux da 12vda su Vimeo.

 

Ultimo aggiornamento: 
Venerdì 30 Giugno '17, h.14.00

Commenta..

Scrivi qui sopra il tuo commento alla notizia.

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il commento non venga inviato da procedure automatizzate
CAPTCHA con immagine

Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.