Il "Conservatoire" alla ricerca di un nuovo presidente del CdA, che dovrà lavorare gratis. Due candidati per il ruolo di direttore

redazione 12vda.it
L'insegna del 'Conservatoire de la Vallée d'Aoste'

Dopo le dimissioni del pianista e didatta Giorgio Costa, lo scorso ottobre, dalla carica di presidente del "Conservatorio della Valle d'Aosta", le redini della scuola di musica sono passate alla musicologa Emanuela Lagnier, storica consulente della "Saison culturelle" per la musica classica in particolare. Ora però l'incarico è in scadenza, anche la sostituta decadrà il prossimo 11 giugno ed ancora non si ha idea di chi potrebbe succederle.
Così il direttore Efisio Blanc, anche lui dimissionirio da fine marzo, dopo la sentenza del "Tar" contro la sua nomina da parte dell'Amministrazione regionale, ha diffuso una "richiesta di manifestazioni di interesse", che specifica quali siano i requisiti della terna di possibili amministratori, all'interno della quale si deciderà in Regione il nuovo presidente tra "soggetti di alta qualificazione manageriale e professionale e di comprovata esperienza maturata in organi di gestione di istituzioni culturali ovvero aventi riconosciuta competenza in ambito artistico e culturale".

Le funzioni del presidente, che dopo l'ultima riorganizzazione dell'ente presta la sua opera senza alcun compenso, sono quelle di rappresentante legale dell'ente, che al momento è coinvolto in alcune vertenze legali, di convocare il Consiglio d'amministrazione, emanare atti e decreti. Inoltre, "promuove iniziative volte a potenziare le dotazioni finanziarie dell’Istituto; propone rapporti di cooperazione, intese e/o convenzioni con soggetti pubblici e privati, la cui approvazione è demandata al Consiglio di Amministrazione; assume, in caso di necessità e di indifferibile urgenza, i necessari provvedimenti, i quali, se di competenza del Consiglio di Amministrazione sono da sottoporre alla ratifica di tale organo alla prima riunione successiva utile".

La manifestazione di interesse, assieme ad un curriculum aggiornato che specifichi i requisiti richiesti, deve essere presentato all’Ufficio protocollo dell’"Istituto musicale pareggiato della Valle d’Aosta - Conservatoire de la Vallée d’Aoste", entro le ore entro le ore 12 di venerdì 26 maggio a mezzo fax, al numero 0165.23.55.74 oppure e-mail agli indirizzi segreteria.amministrativa@imaosta.it o protocollo@pec.imaosta.com.

Per quanto riguarda invece il direttore, il primo turno di elezioni si terrà lunedì 15 maggio: al momento sono pervenute due candidature: quella di Marinella Tarenghi, docente all'interno della struttura aostana fin dal 1988 e pianista con un migliaio di concerti e registrazioni nazionali e internazionali, mentre la seconda è quella di Renato Meucci, titolare in chitarra, corno e filologia classica, autore di molti testi di didattica e di musicologia, direttore di conservatorio a Perugia ed ora a Novara, oltre che presidente della "Conferenza nazionale dei direttori dei Conservatori italiani".

Ultimo aggiornamento: 
Venerdì 12 Maggio '17, h.16.10

Commenta..

Scrivi qui sopra il tuo commento alla notizia.

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il commento non venga inviato da procedure automatizzate
CAPTCHA con immagine

Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.