Due liste alle regionali per l'Alleanza autonomista, democratica e progressista che cerca il dialogo con l'UVP

redazione 12vda
Chantal Certan con Raimondo Donzel

Alpe, il Partito Democratico della Valle d'Aosta, l'associazione radicale "Loris Fortuna", il Centro Democratico, la Federazione della sinistra ed il Partito Socialista Italiano della Valle d'Aosta confermano l'Alleanza autonomista, democratica e progressista (ex "galletto") che ha partecipato alle elezioni politiche dello scorso febbraio anche per le regionali del prossimo 26 maggio: «consolidiamo l'attività politica svolta negli anni - evidenziano congiuntamente i responsabili dei sei movimenti - basata sul comune impegno nelle principali battaglie per cambiare radicalmente il sistema di governo regionale, a sostegno dei movimenti civici referendari e per la difesa dei diritti e della dignità del lavoro».
L'Alleanza organizzerà due liste per le elezioni regionali ed aprirà il confronto sui contenuti con l'Union Valdôtaine Progressiste «per rafforzare e concretizzare una coalizione - aggiungono - in grado di vincere le elezioni e dare una valida alternativa di governo ai cittadini e per conseguire gli obiettivi programmatici delle forze politiche che la compongono. Riconfermiamo anche il metodo che adottato in questi anni che ha favorito il confronto e l'incontro fra sensibilità politiche differenti, ma tutte aventi come priorità il cambiamento per la Valle d'Aosta».

La Terra vista dallo spazio