Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

In duecento alla ventesima edizione della cicloturistica "Aosta - Gran San Bernardo"

comunicato stampa

La classica Aosta – Gran San Bernardo giunge alla ventesima edizione e, a detta degli organizzatori, l’ultima firmata da Les Gamolles. Come consuetudine, prima del via da corso Battaglione di Aosta, la consegna del Trofeo Tro Tro, che quest’anno si è sdoppiato: davanti ai duecento iscritti, il riconoscimento è stato consegnato a Paola, sorella di Mauro Fioravanzo, prematuramente scomparso e, a sorpresa, alla famiglia Tropiano.

Conclusa la ‘sfilata’ nelle vie di Aosta, il chilometro zero era posto come al solito all’inizio della statale 27 che, dopo 39 km, porta ai 2500 metri del colle del Gran San Bernardo. Pronti, via?, e subito il ritmo è elevato nelle posizioni di testa; presto rimangono in tre a dettare il ritmo: Alessandro Saravalle, Wladimir Cuaz e Nadir Maguet. Alle loro spalle cerca di chiudere il ‘buco’ la coppia Erik Rosaire e Davide Pinato e a lottare per entrare nei migliori dieci della classifica un gruppetto di giovani della MountainBike dei sodalizi valdostani.

Al Colle si presenta in solitaria Alessandro Saravalle (Silmax) con un tempo di poco superiore a 1h 28’; sgranati, alle sue spalle, Wladimir Cuaz (1h 29’22”) e Nadir Maguet (1h 29’41”). Poi Erik Rosaire (Gs Godioz; 1h 33’02”) e Davide Pinato (Canavese Mtb; 1h 35’43”).
A completare la ‘Top ten’, Andrae Lavanché (Cicli Benato), Yannick Verraz (Cicli Lucchini), Federico Agostino (Cicli Benato), Filippo Blanc (MagiCuneo), Thierry Grivel (Pila Bike Planet). Numerosa la partecipazione femminile, che ha visto imporsi, con la 48° posizione assoluta, Chiara Pino (Cicli Benato), che chiude con il crono di 1h 58’39”).
Nella classifica per società a primeggiare è il Gs Aquile, con diciotto atleti al traguardo, seguono Cicli Lucchini (14) e Cicli Benato (12).

podcast "listening"