Oltre cinquecento artigiani ad Aosta, ad agosto, per la "Foire d'été" e le manifestazioni correlate, appuntamento con la tradizione da 250mila euro

Elena Meynet
Tamara Cappellari, Fabrizio Roscio e Piera Squillia durante la presentazione delle manifestazioni

Rimangono in linea con l'edizione precedente i costi e la partecipazione alla "Foire d'été" 2017, l'evento estivo dedicato all'artigianato valdostano di tradizione. Il primo appuntamento in programma è con la "Mostra concorso", ad Aosta, in piazza Chanoux da sabato 22 a domenica 30 luglio dalle ore 10 alle 23, con 331 opere proposte, mentre l'estate dell'artigianato si concluderà domenica 13 agosto ad Antey-Saint-André, con la tradizionale fiera.

Cinquecento artigiani nel centro storico di Aosta, oltre quelli dell'Atelier. Parteciperanno all'Atelier, che si terrà sempre in piazza Chanoux, ad Aosta, da giovedì 3 a domenica 6 agosto, cinquantasette produttori professionali, lo stesso numero del 2016, mentre gli altri artigiani saranno invece lungo le vie del centro storico per la "Foire" vera e propria, sabato 5 agosto, dalle ore 10 alle 21. Sono cinquecento gli artigiani dei settori "tradizionale" ed "equiparato", contro i 513 del 2016 ed i 535 del 2015, dei quali 93 appartengono al settore non tradizionale, rispetto ai 99 del 2016 ed ai 101 del 2015.
Prevalgono gli artigiani che realizzano sculture (135) oppure oggetti per la casa (sempre 135), come costruzioni in miniatura, fiori in legno, giocattoli e complementi d'arredo.
Oltre all'esposizione nel centro storico, ci saranno dimostrazioni di lavorazioni di artigianato e riconoscimento di essenze lignee, in piazza della Cattedrale (piazza Giovanni XXIII) in collaborazione con il Corpo forestale della Valle d'Aosta, mentre in piazza Chanoux sono organizzate dimostrazioni degli "antichi mestieri" con il gruppo etnografico "Travai d'in co" di Arnad, con la sfilata assieme agli equipaggi che parteciperanno alla "Gara delle Botti", e dimostrazioni delle lavorazioni in pelle e cuoio nell'ambito della "Avant-première della mostra Premiata conceria Balla", allestita all'Hotel des Etats dal sabato 22 luglio a martedì 15 agosto, anticipo della mostra che si terrà nella stessa sala dal 27 gennaio al 6 maggio 2018.

Diversi appuntamenti con la musica ed il teatro, proposti dal "Mav". La giornata si concluderà con il concerto del cantautore Philippe Milleret, con la partecipazione di Rémy e Vincent Boniface, e con la "serata rossonera", dalle ore 22, con animazione musicale a cura del Comune di Aosta. Nel giorno della "Foire" ed il successivo, sabato 5 e domenica 6 agosto, tra le ore 10 e le 17 (il 6 anche alle ore 21) nel "Jardin alpin" allestito in piazza Narbonne, in collaborazione con il "Museo dell'artigianato valdostano - Mav", si susseguono "La forma dei sogni - Metamorfosi, momenti di ascolto e di piccoli incantesimi nella foresta che si muove", ideata dall'attore Andrea Damarco, con le note al flauto traverso di Chiara Bonomelli, a partire dalla leggenda di Filemone e Bauci, trasformati in una quercia e un tiglio con il tronco comune da Ovidio nelle sue "Metamorfosi". Seguono "Pelle d'albero", atelier per i più giovani sempre a cura del "Mav", e "Visioni", avvicinamento alla scultura con alcuni artigiani locali.
Il simbolo della 49esima "Foire d'été" è un galletto, reinterpretato da Fabrizio Lucia, vincitore della gara che assegnava come tema del ciondolo un soggetto libero in ferro battuto. Ispirandosi ad uno dei soggetti più realizzati, in genere in legno, e forse anche più acquistati durante la manifestazione, Lucia ha voluto realizzarne le forme sinuose modellando il ferro, cui ha lasciato una patina che vuole ricordare il tanto diverso legno. Il manifesto, invece, è stato realizzato dal grafico Pierfrancesco Grizi, di Gressan, che ha vinto il relativo concorso.

Per l'organizzazione della "Foire d'été" stanziati 254mila euro. I costi dell'intera manifestazione sono stati blindati sulla cifra di 245mila euro del 2016, con l'importo maggiore, assegnato tramite piattaforma "Mepa", copre il servizio di noleggio delle strutture e degli allestimenti interni, assegnato all'impresa "Projexpo" di Aosta per un importo di 86.620 euro, comprensivi degli oneri di sicurezza. Ammontano invece ad un totale di 49.075,08 euro la fornitura del sistema di amplificazione per la musica diffusa, l'emissione di messaggi selettivi, il noleggio di "compact disc" e la posa delle bandiere lungo il percorso della fiera ("L.a.p.e." di Ivan Gerbore, di Saint-Pierre, per 11,956 euro), il servizio di assistenza a padiglione fieristico e parcheggio ("Consit Vallée" di Laura Simonini, di Aosta, per 19.041,61 euro), il servizio di posa, rimozione e realizzazione della cartellonistica ("Arcadia Publisystem", di Pollein, per 3.867,40 euro), il servizio di vigilanza per i padiglioni ("AllSystem", di Verrone, località in provincia di Biella, per 11.533,39 euro), la fornitura di impianti elettrici temporanei ("F.lli Vicentini", di Aosta, per 2.676,68 euro).

Quasi seimila euro per i ciondoli in ferro col "galletto". Costano altri 34.700,96 euro complessivi il servizio di pulizia del padiglione in piazza Chanoux (ditta "Viérin Cesarina" di Aosta, per 1.237,08 euro), il servizio di stampa del materiale promozionale e informativo ("Musumeci" di Quart, per 12.440 euro), il servizio fotografico delle opere della "Mostra concorso" (ditta "Vignolini Moreno", di Saint-Pierre, per 2.074 euro), il servizio di coordinamento generale della sicurezza per i padiglioni e le postazioni fieristiche ("Am.Sa." di Aosta, 1.902,88 euro), il servizio di affissione e distribuzione del materiale promozionale e informativo (ditta "Figerod Roberto" di Aosta, per 4.294 euro), la fornitura di mille ciondoli (ditta "Lucia Fabrizio", di Saint-Pierre, per 6.954 euro), il servizio di progettazione espositiva e della mostra delle opere vincitrici della "Mostra concorso" e dell'Atelier ("Visamultimedia" di Laurent Vicquery, di Sarre, per 5.795 euro).
Il noleggio dei bagni chimici è assegnato alle ditte "Sebach" di Certaldo, località in provincia di Firenze ed in subappalto alla ed "Eco Service" di Chivasso, per complessivi 2.562 euro, il servizio di stampa del catalogo della "Mostra concorso" verrà realizzato dalla "Tipografia valdostana" di Aosta per 5.929,20 euro, mentre costeranno 2.848,92 il servizio di distribuzione di "generi di conforto" agli artigiani assegnato alla sezione valdostana della "Associazione A.N.A." di Aosta (450 euro), il "coffee break" per la banda municipale di Aosta, al "Caffè Villettaz" di Antonella Palermo, nel capoluogo regionale (220 euro), i servizi fotografici alle inaugurazioni di "Fotographerey" di Paolo Rey, di Cogne, per 1.024,80 euro e la "fornitura di elementi distintivi", ancora alla "Arcadia Publisystem" per 1.154,12 euro.
L'anteprima della mostra sulla "Premiata conceria Balla" costerà 5.795 euro mentre le prestazioni musicali e teatrali sono a carico dell'"Ivat".

Cinquemila euro di pubblicità, solo su giornali cartacei. Per quanto riguarda l'acquisto degli spazi promozionali, che sfiora i cinquemila euro complessivi, la spesa più alta è per l'agenzia "Gedirama" di Aosta che per 1.358 euro farà pubblicare una mezza pagina a colori sull'inserto trimestrale "Rendez vous VdA" del quotidiano svizzero "Le Nouvelliste" (per 854 euro), diffuso nelle zone di Martigny ed Entremont, ed un piede di pagina interno sul settimanale francese "Le Messager", nell'edizione della provincia di Faucigny, nell'Alta Savoia (504,60). Sono invece 1.342 euro quelli che vanno alla "Tipografia Testolin" di Sarre per l'acquisto di una pagina a colori sul "Vademecum 2017" delle "Batailles de moudzon" (per 732 euro) ed una sul dépliant della "Deleteya" di Cogne (per 610 euro).
Tra i giornali locali, 750 euro vanno alla società "Lg Presse" di Aosta per mezza pagina a colori ed un piede di pagine sui settimanali "Gazzetta matin" e "Weekend", mentre 732 euro sono andati alla ditta "Publi(in)" di Merate, località in provincia di Lecco, per mezza pagina sul settimanale "La Vallée notizie".
Alla "Publikompass" di Torino vanno 549 euro per mezza pagina a colori pubblicata sull'edizione "Valle d'Aosta" del quotidiano "La Stampa" e 268,40 euro alla "Musumeci" per mezza pagina a colori sul settimanale "Il Corriere della Valle".

Ultimo aggiornamento: 
Mercoledì 12 Luglio '17, h.17.30

Commenta..

Scrivi qui sopra il tuo commento alla notizia.

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il commento non venga inviato da procedure automatizzate
CAPTCHA con immagine

Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.