Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Nella notte dell'Epifania cade su masso sulla ferrovia "Aosta - Ivrea": nessuna vittima né danni ingenti. Chiusa la ss26 per il disgaggio

redazione 12vda.it
La ferrovia in località Bedeguaz a Saint-Denis

E' stata riaperta intorno alle ore 13 di venerdì 6 gennaio la strada statale 26, che era stata chiusa al traffico nella mattinata, tra il bivio per Pontey e la rotonda di Chambave, per permettere le operazioni di disgaggio di una serie di massi instabili in località Bedeguaz, frazione del Comune di Saint-Denis: uno di questi, nella notte, verso le una, era caduto sui binari della linea "Aosta - Ivrea", che in quella zona sono vicini alla carreggiata stradale, provocando l'interruzione del traffico ferroviario.
In sostituzione del treno, la cui circolazione non è ripresa anche dopo il disgaggio, probabilmente a causa della necessità di verificare la situazione dei binari e riparare eventuali danni, è stato organizzato un servizio sostitutivo con autobus. I treni hanno poi ricominciato a circolare regolarmente dopo le ore 17.

A parte i massi instabili che incombono sulla ferrovia valdostana, nella zona in questione sono diverse le problematiche, con i muretti a secco che, poco per volta, stanno venendo giù, con le pietre che, forse per la mancata manutenzione, si staccano e finiscono in mezzo ai binari. Sul posto è intervenuto il personale di "Rete ferroviaria italiana", di "Anas", del "Corpo forestale" della Valle d'Aosta, degli Assessorati regionali ai trasporti ed alle opere pubbliche e gli agenti della Polizia locale.

timeline