Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Oltre 180mila euro investiti dalla Regione per la promozione televisiva su "Rai2" e "Sky": «più efficace la tv che la stampa» evidenzia Aurelio Marguerettaz

redazione 12vda.it
Il cast e la produzione della nona edizione di 'X-Factor Italia'

Oltre 180mila euro sono stati investiti, venerdì 11 settembre, dall'Amministrazione regionale, per la promozione turistica della Valle d'Aosta su "Rai2" e su "Sky" nelle rispettive trasmissioni "Monte Bianco" ed "X-Factor", quest'ultima iniziata giovedì 10 settembre con la prima puntata delle "audizioni", che ha raccolto complessivamente 2.089.884 spettatori (1.291.884 nella messa in onda su "Sky Uno" e 798.000 nelle due repliche domenicali su "Cielo" ed "Mtv"). Per quanto riguarda il "talent show" che ha lanciato cantanti del calibro di Giusy Ferreri, Noemi, Marco Mengoni, Francesca Michielin, Chiara e Lorenzo Fragola, la Valle d'Aosta sarà coinvolta nella puntata dedicata agli "home visit", l'ultima prima di quelle "live", registrata negli scorsi martedì 28 e mercoledì 29 luglio nel cinema della stazione del "Pavillon" della nuova Funivia del Monte Bianco, che andrà in onda il prossimo 15 ottobre: «"X-Factor" è un format televisivo che, negli anni, si è aggiudicato la "fedeltà" di milioni di telespettatori - spiega Aurelio Marguerettaz, assessore regionale al turismo, motivando la spesa di 34mila euro - è un "talent show" che attira l'attenzione dei più giovani e, fenomeno sempre più in crescita, sta diventando un programma che appassiona tutta la famiglia. La puntata di giovedì 15 ottobre di "X-Factor" conferirà, quindi, una visibilità speciale alla "Skyway" e saranno presenti momenti di promozione di tutto il territorio valdostano. La decisione di partecipare, come Amministrazione regionale, a programmi televisivi di così grande rilievo può rappresentare per la Regione autonoma Valle d'Aosta, sulla base delle valutazioni effettuate dagli uffici competenti, un'opportunità di carattere strategico per promuovere i flussi turistici regionali e l'immagine della Valle d'Aosta, con grandi ricadute sul territorio in termini di servizi, per alberghi e ristoranti ed altre attività turistiche, per gli operatori presenti nella regione, grazie ad un programma televisivo che conta, ad ogni puntata, telespettatori che si aggirano al di sopra del milione e, nella puntata finale, oltre i due milioni con uno share del quattro per cento».

La vera scommessa, con un'investimento di 152mila e 500 euro, è quello per "Monte Bianco", il "celebrity adventure game" (simile, per certi versi, a "Pechino express" o alla "Isola dei famosi") condotto da Caterina Balivo, anche questo già registrato durante l'estate, che andrà in onda in prima serata, a partire dal 16 novembre, su "Rai2". Otto personaggi famosi, tra cui la cantante Arisa, il giornalista Filippo Facci, l'ex calciatore Gianluca Zambrotta e l'attrice Jane Alexander, ognuno assistito da una guida alpina, si sono sottoposti a prove di abilità sul Massiccio del Monte Bianco, venendo via via selezionati, decretando, alla fine, il vincitore. Numerose sono state le polemiche sull'opportunità di realizzare una trasmissione del genere, sia da parte del "Club alpino italiano", sia dall'associazione "Mountain wilderness", ma Marguerettaz, invece, sottolinea l'importanza della produzione, che verrà trasmessa a ridosso della stagione invernale: «i partecipanti al programma sono accompagnati da guide alpine, la cui professionalità è garanzia sia di acquisizione delle tecniche alpinistiche di base per l'avvicinamento alla disciplina, sia di un approccio corretto alla montagna ed all'ambiente che la circonda, sempre in un contesto di massima sicurezza - ricorda - la trasmissione di questo "celebrity adventure game" può rappresentare per la Valle d’Aosta un'opportunità di carattere strategico per promuovere il nostro turismo invernale ed, al contempo, l'immagine in generale della nostra regione perché, oltre al normale svolgimento del programma "in vetta", saranno mostrati paesaggi diversi e numerose attività da poter svolgere, in modo da stimolare gli spettatori a visitare la regione e tutte le sue attrattive».

Secondo Aurelio Marguerettaz, la promozione in televisione ed al cinema risulta essere più efficace delle tradizionali campagne pubblicitarie a mezzo stampa: «da diversi anni si sono infatti affermate nuove modalità con le quali si svolge, in maniera più efficace, la promozione dell'immagine turistica della regione - sottolinea ancora l'assessore - sono sempre più frequenti proposte, che giungono all'Assessorato del turismo, sport, commercio e trasporti, da parte di società di produzione televisiva e cinematografica, per collaborazioni all'organizzazione di iniziative di varia tipologia. La connotazione di tali iniziative promozionali conferisce appunto una particolare visibilità mediatica, che consente di ottenere risultati particolarmente significativi in termini di diffusione dell'immagine turistica e di notorietà del "marchio Valle d'Aosta". E' opportuno considerare la nuova modalità di promozione valutando ogni singola proposta, al fine di determinare se essa possa essere considerata un valido progetto promozionale turistico in linea con le strategie e gli indirizzi di sviluppo di settore».

timeline

podcast "listening"