Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Inaugurazione della mostra fotografica "Vita in Paradiso" di Luca Giordano

Sabato 14 Luglio, alle ore 18.30, presso la Maison Bruil d'Introd si inaugura la mostra fotografica "Vita in Paradiso", a cura del fotografo naturalista professionista Luca Giordano e patrocinata, tra gli altri, dall'Ente Parco Nazionale Gran Paradiso.

L'esposizione vede protagonista la fauna alpina del più antico parco nazionale d'Italia: il Parco Nazionale Gran Paradiso. Questi 71mila ettari di territorio, crogiuolo di ambienti aspri e apparentemente ostili, per lunghi periodi dell'anno sferzati da un clima rigido e inclemente, rappresentano oggi una delle più importanti roccaforti della biodiversità in Europa. Stambecchi, camosci, volpi, marmotte e tante altre specie dalle abitudini straordinarie trovano in questo habitat unico al mondo un rifugio sicuro e accogliente. In questa personale, i selvatici abitanti dell'area protetta vengono presentati immersi in un ambiente naturale che cambia al ritmo delle stagioni. Se la primavera è il tempo della rinascita e della vita che si risveglia, l'estate è il momento dei pascoli più verdi e dei fiori più profumati. Dopo di loro arriva il breve ma intenso autunno, una timida fiamma dalle sfumature arancioni destinata inevitabilmente a spegnersi nell'inverno, candida e allo stesso tempo gelida conclusione del più bello e perenne dei cicli. In occasione dell'inaugurazione della mostra sarà offerto un aperitivo a base di prodotti locali a cura di "Tascapan".

Luca Giordano, nato a Torino nel 1992, ha imparato a conoscere la natura fin da piccolo. Le sue prime escursioni alla ricerca di animali si sono svolte sulle Alpi, dove si è innamorato a prima vista della montagna e dei suoi selvatici abitanti. Oggi organizza viaggi fotografici, corsi e workshop in Italia ed in diverse aree d'Europa, collaborando come fotografo naturalista e scrittore freelance con svariati enti e riviste. Le sue immagini sono state premiate in occasione di diversi concorsi fotografici nazionali e internazionali (www.lucagiordanophoto.com - www.wildlifetravels.net). Raccontare la natura e gli animali selvatici al grande pubblico è lo scopo del suo lavoro: in questa direzione vanno letti i suoi interventi a "Geo" su "Rai3", così come le tante proiezioni di foto naturalistiche tenute presso associazioni, scuole e circoli fotografici. Laureato in direzione d'impresa, marketing e strategia presso la "Scuola di management ed economia" di Torino, con una tesi intitolata "Creazione di valore per il territorio, un raffronto tra le strategie del Parco Nazionale Gran Paradiso e del Parco Naturale Alpi Marittime", si occupa di valorizzazione del territorio attraverso organizzazione di eventi e networking.

L'esposizione rimarrà visitabile durante gli orari di apertura di Maison Bruil fino metà settembre. 

Quando: 
Sabato 14 Luglio, h.18.30
Dove: 
Maison Bruil, frazione Villes Dessus - Introd