Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Gli otto azzurri valdostani che andranno a PyeongChang festeggiati a Palazzo regionale: concrete possibilità di medaglie per la Brignone e Pellegrino

redazione 12vda.it
Gli otto atleti azzurri valdostani a Palazzo regionale

Hanno ricevuto un kit personalizzato con le insegne della Regione Federico Pellegrino, Federica Brignone, Francesco De Fabiani, Nicole Gontier, Thierry Chenal, Raffaella Brutto, Francesca Gallina e Lorenzo Sommariva, gli otto atleti valdostani selezionati della "Federazione italiana sport invernali" per partecipare a PyeongChang, in Corea del Sud, ai 23esimi Giochi olimpici invernali, in programma dal 9 al 25 febbraio.

Gli azzurri hanno presenziato alla cerimonia "di saluto" organizzata dall'Amministrazione regionale, che, nel pomeriggio di lunedì 29 gennaio, nella sala "Maria Ida Viglino", a Palazzo regionale, ha visto anche la presenza del presidente della Regione, Laurent Viérin, dell'assessore regionale al turismo, sport e commercio, Aurelio Marguerettaz, del presidente del "Coni" della Valle d'Aosta, Piero Marchiando, del presidente del comitato "Asiva", Riccardo Borbey, e deii vertici delle Forze armate e dei Gruppi sportivi di appartenenza.

Agli otto azzurri si aggiungono i fratelli Karen e Mark Chanloung, atleti cresciuti nelle fila dello "Sci club Gressoney Mont Rose" e nelle squadre del comitato "Asiva", in possesso del doppio passaporto italiano e thailandese, che a PyeongChang difenderanno i colori del loro paese natio, la Thailandia appunto.



ultimo aggiornamento: 
Lunedì 29 Gennaio '18, h.18.50