Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Guido Cossard torna in Consiglio comunale ad Aosta: «sono stato fuori tre anni, ora cercherò di capire». Entrano anche Lorenzo Aiello ed Alessandra Addario

redazione 12vda.it
Guido Cossard, che rientra in Consiglio comunale ad Aosta nel gruppo dell'Union Valdôtaine

Federica Paesani Natalie Mariagiovanna, commercialista aostana 46enne, dal 14 marzo 2014 componente del Consiglio camerale della "Chambre valdôtaine", prima esclusa della lista dell'Union Valdôtaine alle elezioni comunali di Aosta nel 2015 con 332 voti, 29 in meno dell'ultimo degli otto eletti, Nicola Prettico, ha lasciato il seggio a Guido Cossard, sessant'anni, dirigente scolastico.
Cossard, già assessore comunale alla cultura e vice presidente del Consiglio comunale, aveva raccolto 284 preferenze ed andrà quindi a ricoprire il posto lasciato fra i seggi unionisti in piazza Chanoux da Marco Sorbara, eletto in Consiglio Valle lo scorso 20 maggio, che lascerà il seggio di assessore comunale alle politiche sociali a Luca Girasole di "Edelweiss Popolare Autonomista Valdostano".

«Torno volentieri - racconta a 12vda il consigliere comunale "rientrante" - anche se mi dicono che è un ambiente difficile». Dopo la mancata elezione in Consiglio comunale Cossard è tornato al suo lavoro a scuola, prima di insegnante di matematica e poi come dirigente scolastico dell'Istituzione scolastica "Saint-Roch" ad Aosta, senza trascurare l'attività di archeoastronomo: «avremo la prima riunione di gruppo questa sera - continua - per ora so quello che si legge sui giornali. Da quel che vedo all'esterno, il clima potrebbe essere migliore, ma non vuol dire. Sono stato veramente fuori dalla politica per tre anni: ora rientro guardandomi intorno per capire i problemi. In realtà ci resta un anno e mezzo scarso di lavoro. Resto naturalmente nel gruppo unionista».
Manterrà anche l'impegno scolastico: «come dirigente non sarà semplice far quadrare tutto - aggiunge Guido Cossard - ma ho uno staff molto buono, a partire dal vicario don Alessandro Cavallo».
 

Le altre due sostituzioni in Consiglio comunale saranno quelle di Nicoletta Spelgatti e di Andrea Manfrin, anche loro "promossi" in Consiglio Valle: il primo non eletto della lista della "Lega nord - Aosta nel cuore" era Paolo Sammaritani, anche lui neo titolare di un seggio in piazza Deffeyes, e quindi il successivo in lista è Lorenzo Giulio Aiello, 28 anni, di Aosta, attuale coordinatore regionale di "Casapound" che ha raccolto 116 voti, che non resterà nel gruppo della lista che gli ha permesso di entrare in Consiglio Comunale,
Aiello confluirà nel "Gruppo misto di minoranza", insieme ai tre consiglieri che, formalmente, hanno lasciato Alpe, vale a dire Giuliana Lamastra, Loris Sartore e Gianpaolo Fedi, che a sua volta era subentrato, nel novembre 2015, a soli sette mesi dalle elezioni, a Dina Squarzino, che si era dimessa dal ruolo di consigliere comunale.
A sostituire Manfrin sarà invece la terza non eletta, Alessandra Addario, 44 anni, molto attiva nel volontariato come clown per bambini con patologie, che aveva raccolto 86 voti. risultando quindi la consigliera eletta con il minor numero di voti. In Consiglio comunale, il gruppo della "Lega - Aosta nel cuore", con l'entrata del vice presidente dell'Assemblea Etienne Andrione, che era stato l'unico eletto della lista dell'Union Valdôtaine Progressiste (che aveva complessivamente raccolto 1.141 preferenze), dalla quale era poi polemicamente uscito, tornerà ad essere quindi composto da due consiglieri, come ad inizio Legislatura.

ultimo aggiornamento: 
Martedì 24 Luglio '18, h.17.20