Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Il valdostano Andreas Vittone vince la "Swiss Cup": è il primo italiano a riuscire nell'impresa

comunicato stampa

Ottava e conclusiva tappa della "Swiss Bike Cup Proffix", domenica 22 settembre, a Lugano, in Svizzera, e grazie alla seconda posizione di giornata, Andreas Vittone conquista la maglia di capoclassifica del circuito.

Per il gressaen è la terza "maglia" stagionale, dopo gli "Internazionali d'Italia Series" e il Campionato italiano Juniores. Il tutto impreziosito dal bronzo ai "Campionati Mondiali" di Mont- Sainte-Anne, in Canada, metallo che avrebbe potuto tranquillamente avere un altro colore, prestazione sminuita dalla caduta e dal guaio meccanico avuto a metà del giro finale, nel testa a testa per il gradino alto del podio con il britannico Charlie Aldridge.

Domenica, nella tappa di Lugano, negli Juniores, tripletta del ticinese Monte Tamaro e vittoria decisa in volata e al fotofinish: successo che va a Andrea Colombo (18'43”6), davanti a Andreas Vittone (18'43”6”; stesso crono del vincitore) ed a Marino Meyer (18'44”3; a 7/10).
In campo femminile, vittoria della svizzera Jacqueline Schneebeli (17'36”7) e ottava piazza a Camilla De Pieri (BiciCamogli; a 2'14”9).

In classifica generale, dopo la settima tappa, la lotta per la leadership era ristretta a due atleti: Andreas Vittone e al compagno di sodalizio, l'elvetico Janis Baumann, separati da due sole lunghezze. Con gli 80 punti conquistati, Vittone sale a quota 412, distanziando Baumann di 29 (383), oggi 13°, attardato di 44”9 dal vincitore; chiude il podio di "Swiss Cup" un l'altro giallonero del Monte Tamaro, e vincitore, Andrea Colombo (315).