Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Incontro a Sarre tra Comune, Regione ed Associazione alla ricerca di soluzioni per la ss26: «situazione critica per visibilità e viabilità»

comunicato stampa
Un momento dell'incontro a Sarre

Martedì 28 marzo si è tenuto, in serata, presso il Comune di Sarre, un incontro fra i rappresentanti del comitato cittadino "Sarre statale sicura", il neo assessore comunale in pectore con delega al territorio, mobilità, protezione civile, innovazione e reti tecnologiche, il sindaco di Sarre e con la partecipazione dell'assessore regionale alle opere pubbliche, difesa del suolo ed edilizia residenziale pubblica. A seguito di un confronto costruttivo e produttivo, si è proceduto alla stesura di alcuni punti condivisi di azione da svolgere nel più breve tempo possibile.

I punti identificati sono i seguenti:

  1.  l'impegno da parte dell'assessore regionale Stefano Borrello, dimostrando ampia sensibilità e disponibilità, a chiedere urgentemente un incontro con i vertici regionali di "Anas" per verificare lo stato dell'arte e l'avanzamento delle procedure e lavorazioni pendenti inerenti la realizzazione delle rotatorie come da approvato piano regolatore comunale.
  2. Si prende atto della richiesta da parte dei rappresentati del comitato "Sarre statale sicura" della necessità di dover stilare un crono calendario, di massima e suscettibile di variazioni, delle lavorazioni di cui sopra.
  3. Associazione, Comune ed assessore concordano sulla necessità di attivarsi nell'identificare tutte le azioni temporanee possibili, fra quelle presentate nel corso dell'incontro ed ulteriori, al fine di potenziare l'attuale livello di sicurezza e di sottoporre le stesse al vaglio dei tecnici nel rispetto della fattibilità e delle normative vigenti.
  4. E' emersa la necessità e il comune impegno di voler condividere i vari stadi di avanzamento e di progressione delle situazioni in essere aumentando la comunicazione e la fattiva collaborazione fra enti interessati ed associazione al fine di poter mantenere sensibilizzata e informata la popolazione ciclicamente e puntualmente, cosa sin qui risultata difficoltosa e carente.
  5. Si esprime la volontà di voler istituire un incontro pubblico, aperto alla popolazione ed ai mezzi di informazione. Scopo dell'incontro, informare la popolazione sullo stato delle cose e presentare le iniziative attive e passive che si intende attivare nel corto, medio e lungo raggio temporale per cercare di ridurre, per quanto possibile, la pericolosità sin qui percepita e riscontrata dalla popolazione, invitandola ad essere parte attiva dei progetti e iniziative che verranno proposte.

Associazione, Comune ed Assessorato sono concordi nel riconoscere che l'apertura nei prossimi mesi di importanti centri commerciali in zone obiettivamente critiche in ambito di visibilità e viabilità, necessitano di urgenti azioni preventive da identificare fra le possibili soluzioni attualmente al vaglio dei tecnici preposti. Dall'incontro è emersa la volontà, la necessità e il desiderio di voler concretizzare nel più breve tempo possibile, compatibilmente con i lunghi tempi burocratici, quanto sin qui non si è riusciti, per varie questioni tecniche e di successione di cariche degli Enti coinvolti.
L'intento comune è quello di dare una poderosa spinta al fine di veder iniziare i lavori da tanto promessi e già provvisti di copertura finanziaria necessaria per la loro realizzazione.
 

timeline