Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Augusto Rollandin rappresenterà la Valle d'Aosta al "Comitato delle Regioni" nella delegazione italiana: farà parte delle Commissioni "Coter" e "Nat"

redazione 12vda.it
Markku Markkula, nuovo presidente del 'Comitato delle Regioni'

C'è anche il presidente della Regione, Augusto Rollandin, tra i ventiquattro componenti della delegazione italiana al "Comitato delle Regioni", che lo scorso giovedì 12 febbraio ha rinnovato la propria Presidenza, eleggendo il finlandese Markku Markkula del Partito popolare europeo, che sarà affiancato, per i prossimi due anni e mezzo, dal tedesco Karl-Heinz Lambertz del Partito del Socialismo Europeo, nel ruolo di primo vice presidente.
Il "Comitato delle Regioni" è l'Assemblea dei 353 rappresentanti regionali e locali dell'Unione Europea, provenienti da tutti i ventotto Stati membri. Il suo compito è quello di coinvolgere nel processo decisionale dell'Unione europea gli Enti regionali e locali e le comunità che essi rappresentano e di informarli sulle politiche dell'Unione. Italia, Germania, Regno Unito e Francia hanno ventiquattro componenti, mentre scendono a ventuno per Spagna e Polonia, a quindici per la Romania ed a dodici per i Paesi Bassi, Grecia, Repubblica Ceca, Belgio, Ungheria, Portogallo, Svezia, Bulgaria ed Austria. Nove membri arrivano da Slovacchia, Danimarca, Finlandia, Irlanda, Croazia e Lituania mentre sono sette quelli della Lettonia, Slovenia ed Estonia, sei per Cipro e Lussemburgo e cinque per Malta.

La Commissione europea, il Parlamento europeo e il Consiglio sono tenuti a consultare il "Comitato delle Regioni" in relazione alle politiche europee che possono avere un'incidenza sulle regioni e le città. Il "Comitato delle Regioni" può inoltre adire la Corte di giustizia per salvaguardare le proprie prerogative o se ritiene che un atto legislativo dell'Unione Europea violi il principio di sussidiarietà o non rispetti le competenze degli enti regionali o locali.
Nel corso dei lavori della riunione costitutiva, Rollandin, assente perché impegnato nella riunone del Consiglio Valle, ha comunicato la sua adesione al gruppo politico Alleanza Europea, ed è stato scelto come componente della "Commissione politica di coesione territoriale - Coter" e della "Commissione per le risorse naturali - Nat": la "Coter" si occupa di politica regionale, cooperazione territoriale e trasporti, mentre la "Nat" focalizza la propria azione sui settori dell'agricoltura, la salute pubblica e la tutela del consumatore, la protezione civile ed il turismo.

L'Assemblea del "Comitato delle Regioni" si riunisce, in sessione plenaria, a Bruxelles, sei volte all'anno, per discutere e adottare pareri, rapporti e risoluzioni su materie di interesse delle autonomie locali e regionali. Le Commissioni, intorno alle quali è organizzato il lavoro, sono in tutto sei: oltre alla "Coter" ed alla "Nat", ci sono la "Commissione cittadinanza, governance, affari istituzionali ed esterni - Civex", la "Commissione politica economica e sociale - Econ", la "Commissione per l'ambiente, l'energia e i cambiamenti climatici - Enve", e la "Commissione cultura, istruzione e ricerca - Sedec".

timeline