Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Si conclude il progetto europeo "Parcours culturel des Portes du Petit-Saint-Bernard", che ha visto La Thuile e Séez collaborare per sei anni

redazione 12vda.it
Un momento del progetto 'Parcours culturel des Portes du Petit-Saint-Bernard'

Si è concluso il progetto "Parcours culturel des Portes du Petit-Saint-Bernard", inserito nel quadro della cooperazione transfrontaliera "Italia-Francia 2007-2013 Alcotra", che ha visto i Comuni di Séez, nell'Alta Savoia francese e di La Thuile collaborare nella creazione di uno spazio culturale transfrontaliero intorno al Colle del Piccolo San Bernardo, beneficiando di un finanziamento complessivo di circa 930mila euro.
Il legame culturale ed identitario di questo territorio è stato il punto di partenza per costruire una prospettiva di sviluppo comune, basata sulla ricchezza del patrimonio storico e culturale locale: il progetto ha portato alla condivisione di una politica culturale delle porte del Piccolo San Bernardo e alla nascita del marchio "Terra cultura", con l'intento di valorizzare il patrimonio culturale dell'area, integrando alle realizzazioni del progetto tutti gli elementi di pregio presenti in questo spazio transfrontaliero.

Tra le diverse le realizzazioni della cooperazione trasnfrontaliera, a La Thuile, c'è l'allestimento della "Maison musée" dedicata ai fratelli Berton, inaugurata il 18 aprile scorso ed attualmente gestita dall'"Institut valdôtain de l'artisanat de tradition - Ivat" e la "Promenade des mines", percorso tematico dedicato al passato minerario di La Thuile, inaugurato nell'ottobre 2014, mentre sul versante francese, il progetto ha permesso di realizzare, l'ampliamento dell'"Espace Saint-Eloi" a Séez, spazio museale dedicato principalmente alla forgiatura del ferro, all'oreficeria ed all'arte barocca della Tarentaise, inaugurato in occasione della "Pass Pitchü" del 2015 ed un percorso di scoperta che conduce al Colle e che illustra i principali punti d'interesse che si incontrano durante la salita.

Il progetto ha previsto la prosecuzione di eventi e iniziative culturali, tra i quali le tradizionali "Pass Pitchü", l'apertura del Colle e la rassegna teatrale "Acte Séez", che si tiene ogni anno a Séez, a fine settembre, ma soprattutto la novità "Note sospese", che, ad agosto 2014, ha portato la musica classica al Colle del Piccolo San Bernardo.
Il progetto ha coinvolto anche i bambini delle scuole primarie di La Thuile i quali, durante l'ultimo anno scolastico, hanno preparato e messo più volte in scena uno spettacolo teatrale in lingua francese, dedicato ai fratelli Berton.
A sostegno delle iniziative di progetto di cooperazione transfrontaliera, è stato messo in campo un set di strumenti promozionali fra i quali spiccano il "Pass culture" transfrontaliero, l'agenda culturale comune, uno spazio web promozionale, arricchito di una sezione aperta alla contribuzione della Rete ed una mappa transfrontaliera dei siti culturali del comprensorio.

timeline