Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Le iniziative per le Giornate della Memoria e del Ricordo

[I.P.] Sono iniziate venerdì 25 gennaio e si protrarranno lungo il mese di febbraio le iniziative con cui la Presidenza della Regione, la Presidenza del Consiglio Valle, l'Assessorato dell’Istruzione, Università, Ricerca e Politiche giovanili, con la collaborazione dell'Istituto storico della Resistenza e della Società contemporanea, intendono commemorare le Giornate della Memoria e del Ricordo anche nel corso del 2019.

Nel primo appuntamento, venerdì 25 gennaio nella sala "Maria Ida Viglino" del Palazzo regionale ad Aosta, sono state consegnate le "Medaglie d'Onore" ai familiari degli insigniti deceduti: Antonio Benzoni, Carlo Lorenzetti e Marino Masiero. Sono intervenuti il Presidente della Regione Antonio Fosson e il Presidente della Federazione regionale dell’Associazione nazionale ex Internati Carlo Guaramonti, alla presenza del Presidente del Consiglio regionale della Valle d’Aosta Emily Rini e del Presidente dell’Istituto storico della Resistenza Cesare Dujany.
Il Giorno della Memoria è celebrato il 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, per ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione dei cittadini ebrei, mentre il Giorno del Ricordo è commemorato il 10 febbraio, data della firma del Trattato di pace di Parigi nel 1947, in ricordo della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe nel secondo dopoguerra.

E' stato quindi lunedì 28 gennaio la data in cui sono state coinvolte le scolaresche nel convegno "Lo Zio David, gli ebrei e l'Europa", che ha portato al teatro "Giacosa" di Aosta studenti delle classi quinte delle Scuole secondarie di secondo grado. Dopo i saluti istituzionali del Presidente della Regione, Antonio Fosson, del Presidente del Consiglio Valle, Emily Rini, e dell'Assessora all'Istruzione, Università, Ricerca e Politiche giovanili, Chantal Certan, sono intervenuti Sarah Kaminski, docente di Lingua e Letteratura ebraica moderna all’Università degli Studi di Torino, titolare del Master Yad Vashem Gerusalemme nella didattica della Shoah e traduttrice e Claudio Vercelli, docente di storia dell’ebraismo presso il master Fonti, storia, istituzioni e norme dei tre monoteismi dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, saggista contemporaneista, ricercatore dell’Istituto di studi storici Gaetano Salvemini di Torino. Vilma Villot, direttore dell’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea in Valle d'Aosta, ha moderato l'incontro, mentre una proposta di letture di brani e di adattamenti teatrali è stato curato da Paola Corti del "Teatro del Mondo", con la partecipazione del gruppo musicale della "SFOM" di Aosta con musiche e canti Klezmer della tradizione ebraica europea orientale.

In occasione del Giorno del Ricordo, che si celebra domenica 10 febbraio, la Presidenza del Consiglio regionale, in collaborazione con l’Assessorato dell’Istruzione, Università, Ricerca e Politiche giovanili organizza, da giovedì 7 a venerdì 9 febbraio 2019, il viaggio di studio a Gorizia e Trieste per una delegazione di studenti delle classi dell'ultimo anno di scuola secondaria di secondo grado, per non dimenticare il dramma dell’esodo della popolazione italiana delle terre d’Istria e Dalmazia e per ricordare la tragedia delle Foibe. Accompagneranno gli studenti il Presidente del Consiglio Valle, Emily Rini, ed i Vicepresidenti Luca Distort ed Augusto Rollandin.
Infine, venerdì 15 febbraio, sempre in occasione delle celebrazioni del Giorno del Ricordo, la Presidenza del Consiglio Valle propone lo spettacolo teatrale "Il sentiero del padre, viaggio tra i segreti delle foibe carsiche", di Davide Giandrini, che si terrà alle ore 21 alla Cittadella dei Giovani di Aosta, mentre nella mattinata l'evento sarà riservato alle classi delle scuole secondarie di secondo grado.

Per l’anno scolastico 2018-2019, inoltre, la Presidenza della Regione e l’Assessorato dell’Istruzione, Università, Ricerca e Politiche giovanili promuoveranno anche il concorso, rivolto agli studenti delle classi quarte e quinte delle Scuole secondarie di II grado, sul tema "L’Europa di domani - Oltre i confini: dalle politiche fra gli Stati nazionali alla concezione e alla creazione dell’Unione europea (1939-1957). Idee e progetti dalla Seconda Guerra mondiale alla ricostruzione nel dopoguerra", i cui vincitori saranno premiati con la partecipazione al Viaggio della Memoria, nel periodo marzo/aprile 2019, alla città di Cracovia e ai campi di sterminio di Auschwitz-Birkenau, al quale parteciperà il Consigliere segretario Luigi Vesan.

timeline

podcast "listening"