Quasi diciottomila euro spesi della Regione per partecipare al "Salone del libro" di Torino, dove non si potevano vendere libri né fornire informazioni turistiche

redazione 12vda.it
Lo stand della Regione Valle d'Aosta al 'Salone del libro' di Torino

E' costata 17.491,90 euro la partecipazione della Regione autonoma Valle d'Aosta al 31esimo "Salone internazionale del libro" di Torino, che si è tenuto nei cinque padiglioni fieristici del "Lingotto" da giovedì 10 a lunedì 14 maggio: lo stand ordinato dalla struttura "Attività espositive" era nel padiglione "tre", di fronte allo "Spazio Duecento" ed a fianco dell'associazione ecologista "Greenpeace".

Lo stand organizzato dalla struttura "Attività espositive", ma ci lavorano i bibliotecari. Nei cinque giorni di Salone, al quale la Regione ha partecipato per "attuare mirati interventi, volti ad incrementare la crescita culturale della popolazione valdostana" e per la "promozione delle proprie iniziative culturali ed editoriali", sono state ospitate dieci presentazioni di libri, da parte di sei diversi editori, ed i visitatori venivano accolti dal personale del "Sistema bibliotecario", che però non potevano vendere i cataloghi esposti delle passate mostre regionali, né dare informazioni precise su quelle in corso, ma potevano solo offrire il relativo depliant.
«L'appuntamento annuale del "Salone di Torino" è irrinunciabile - aveva commentato, in una nota, Emily Rini, assessore regionale all'istuzione e cultura - in quanto ogni volta contribuisce a riunire grandi intellettuali che riflettono su tematiche attuali e cruciali della produzione culturale e anche, semplicemente, di vita quotidiana. Per la Valle d'Aosta si tratta di una vetrina di indubbio interesse che consente al pubblico internazionale del Salone torinese uno sguardo d'insieme sulle offerte culturali della regione».

Nei cinque giorni di Salone quasi 145mila visitatori. Complessivamente, al "Salone del libro" di Torino i visitatori che sono entrati al "Lingotto" sono stati 144.386, in un'area di 13.482 metri quadri, cresciuta del 28 per cento rispetto al 2017, e che ha ospitato 840 espositori: oltre alla Valle d'Aosta erano presenti gli stand istituzionali delle Regioni Veneto, Friuli-Venezia Giulia con "Pordenonelegge", Toscana, Marche, Umbria, Calabria, Puglia, Sardegna e Piemonte.
La Francia era il Paese ospite d’onore dell'edizione 2018 del Salone, mentre i Paesi presenti al Salone con un proprio spazio sono stati l'Azerbaigian, la Cina, la Romania con l'Istituto culturale romeno, l'Emirato Arabo di Sharja e trentadue editori internazionali presenti con stand proprio.

Ottanta biglietti ridotti per gli ospiti della Regione. Per quanto riguarda lo stand della Valle d'Aosta, nel dettaglio, l'affitto dello spazio, un "plateatico" da ottanta metri quadri, è costato 6.560 euro (pari ad 82 euro al metro quadro) per la presenza in fiera, mentre per l'allestimento si sono spesi 5.675 euro. A queste spese si aggiungono 400 euro di "quota di iscrizione" per i titolari di stand, 396 euro di servizio di pulizia, 219 euro per l'allaccio elettrico, ottanta euro per l'affitto di due "parcheggi espositori", 65 euro di connessione Internet wifi, sessanta euro di assicurazione contro incendio, rischi accessori e responsabilità civile e quaranta euro per due estintori.
Inoltre sono stati spesi 360 euro per l'acquisto di ottanta biglietti "ridotto espositore" per "consentire l'ingresso omaggio al Salone ai visitatori ospiti dell'Amministrazione regionale" ed altri 668 euro per prodotti alimentari e bevande, acquistati alla "Gros Cidac" di Aosta, da offrire ai visitatori durante "i piccoli eventi nel corso dei quali saranno presentate al pubblico, dagli autori stessi, le ultime novità dell'editoria valdostana", arrivando così ad un totale di quasi 17mila e 500 euro, una spesa definita "congrua e vantaggiosa per l'amministrazione regionale" da parte del dirigente regionale Daria Jorioz.
Per il personale della struttura "Attività espositive" della Regione impegnato nelle operazioni di allestimento e disallestimento dello stand erano stati anche previsti rimborsi spese e lavoro straordinario, mentre non c'è alcun riferimento ai colleghi della biblioteca i quali, spostati per cinque giorni a Torino compresa la domenica, non erano ovviamente presenti ad Aosta.

Tremila euro per i Saloni di Passy e Grenoble. Restano quindi tremila euro per partecipare ai restanti "Saloni di libro" previsti dalla delibera approvata Giunta regionale lo scorso 3 aprile, che aveva stanziato complessivamente 20.500 euro allo scopo: oltre a quello di Torino, è previsto che la Regione sia presente al 28esimo al "Salon international du livre de montagne" di Passy, in programma nella località francese dell'Alta Savoia dal 10 a 12 agosto, ed al 27esimo "Salon du livre alpin" di Grenoble, previsto per novembre nella cittadina della regione francese Rhône-Alpes.
Per l'Amministrazione reginale, dato che i due saloni francesi sono specializzati in "editoria di montagna" ed "hanno visto aumentare di anno in anno la presenza di editori, librai e specialisti, italiani e stranieri, di libri di montagna", la scelta di partecipare rappresenta "una vetrina importante per far conoscere gli aspetti culturali della nostra regione, anche in ambito francofono".

In quattro anni è stata triplicata la spesa per partecipare al Salone. Negli ultimi anni gli stanziamenti per partecipare al "Salone del libro" di Torino sono quasi triplicati, dai 6.180 euro del 2015 si è passati ai 9.583,76 euro del 2016 per arrivare, lo scorso anno, ad una spesa complessiva di 14.811,46 euro, sempre ritenuta "congrua e vantaggiosa per l'Amministrazione regionale dalla dirigente della struttura "Attività espositive", sulla base di acquisizioni avvenute negli anni precedenti per servizi analoghi".

ultimo aggiornamento: 
Martedì 15 Maggio '18, h.17.05

Commenta..

Scrivi qui sopra il tuo commento alla notizia.

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il commento non venga inviato da procedure automatizzate
CAPTCHA con immagine

Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.

12vda.tv per #Regionali2018

1. Pour Notre Vallée - Area Civica - Stella Alpina


2. Centro Destra VdA


3. Partito Democratico


4. Impegno Civico


5. Union Valdôtaine Progressiste


6. Alpe


7. Lega VdA


8. Union Valdôtaine


9. Mouv'


10. Movimento Cinque Stelle


Tutti i video su 12vda.tv