Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Tre chili e mezzo di marijuana scoperti, in un rudere, dagli agenti della Squadra mobile della Questura di Aosta

comunicato stampa
La marijuana trovata dalla Polizia

Nella giornata di venerdì 4 ottobre la Polizia di Stato ha sequestrato 3,5 chili di marijuana, in piantine ed arbusti, pronte all'essiccazione.

Nel corso di un’operazione volta alla prevenzione ed alla repressione dei reati inerenti le sostanze stupefacenti e psicotrope, gli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Aosta hanno scoperto, all’interno di un rudere in una zona boschiva nei dintorni di Aosta, due sacchi pieni di piantine di sostanza stupefacente di tipo marijuana, ben tagliate e pronte all’essiccazione, per un peso complessivo di circa 3,5 chili.
Gli investigatori hanno identificato un ragazzo, risultato poi essere il proprietario della sostanza stupefacente: il soggetto, classe 1993, è stato deferito, in stato di libertà, all’autorità giudiziaria competente.

timeline