Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Tre giorni di campeggio per i giovani Vigili del fuoco volontari: «nasceranno dei canali di raffronto e cooperazione sempre più stretti» annuncia Marco Grange

comunicato stampa

Dal 30 agosto al 1° settembre si è svolto presso l'area verde Les Iles del Comune di Gressan il primo campeggio regionale dei gruppi giovanili del Corpo Valdostano dei Vigili del Fuoco volontari.

«L'iniziativa ha coinvolto per la prima volta in Valle d'Aosta tutti i gruppi giovanili dei diversi distaccamenti - racconta Marco Grange, comandante dei Vigili del fuoco volontari della Valle d'Aosta - i quali, a partire da venerdì pomeriggio fino al tardo pomeriggio di domenica, si sono riuniti ed hanno realizzato attività propedeutiche alla pompieristica. Il Comitato organizzatore intende ringraziare di cuore tutti coloro che a vario titolo hanno collaborato a questa importante iniziativa».

«Un aiuto importante è anche arrivato da tutti gli istruttori, accompagnatori, Vigili del fuoco volontari presenti - continua Grange - i quali sono spesso usciti dai loro ruoli ed hanno seguito le indicazioni del Comitato, trasformandosi in preziosi collaboratori. Una bella collaborazione ed un proficuo confronto è nato con gli istruttori della delegazione del Trentino, i quali sono stati messi a stretto contatto con gli istruttori valdostani per seguire assieme alcune fasi di addestramento. Questo patrimonio di conoscenze nate dal confronto non verrà disperso nei tre giorni sui campi di Gressan, ma nasceranno dei canali di raffronto e cooperazione sempre più stretti. Infine, occorre ricordare anche loro, i ragazzi, i quali nei tre giorni del campeggio hanno imparato cosa significa vivere in un campo di Protezione Civile, cosa significa rispettare regole, orari, cosa significa seguire gli ordini dei propri istruttori e dei superiori. Una esperienza altamente formativa, sia dal punto di vista della pompieristica, sia dal punto di vista della crescita della persona».

podcast "listening"