Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Un iraniano ed un egiziano, respinti dalla Gendarmerie francese, sono stati arrestati dalla Polizia di frontiera: avevano documenti falsi

comunicato stampa

Personale della Polizia di Stato in servizio presso la Sottosezione Polizia di Frontiera Traforo Monte Bianco nella giornata di ieri, impegnati in attività di contrasto all’immigrazione clandestina, verso le ore 9.30 al Traforo del Monte Bianco, procedeva al controllo di un cittadino iraniano A.M. di anni 30 e di uno egiziano T.G. di anni 23, già oggetto di respingimento dal collaterale organo di Polizia Francese.

Dall’analisi dei documenti esibiti emergeva la falsificazione mediante contraffazione della carta d’identità rilasciata dalla Spagna per il cittadino iraniano e una carta d’identità rilasciata dalla Polonia per il cittadino egiziano. Entrambi gli stranieri venivano quindi tratti in arresto ai sensi dell’art. 497 Bis C.P. per possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi.

I documenti sono stati posti sotto sequestro e messi a disposizione dell’ Autorità Giudiziaria per il rito direttissimo che si è tenuto nella mattinata di lunedì 29 luglio con giudizio di condanna per entrambi gli arrestati a mesi 11 di reclusione pena sospesa.

podcast "listening"