Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Un nuovo logo "aguzzo" per il "Parco naturale del Mont Avic", per conferire una personalità precisa

Elena Meynet

Il nuovo logo del Parco del Mont AvicIl profilo appuntito del Mont Avic, animali e piante da scoprire sono gli elementi che hanno ispirato i grafici Antonella Narcisi e Andrea Siva, dell'omonimo studio, nella realizzazione del nuovo logo del Parco, presentato nella mattinata di mercoledì 5 settembre: «il nostro marchio parla da solo - spiega la Narcisi - riproduce la forma e dice il nome del monte, con il suo taglio caratteristico e gli spigoli aguzzi».

«Il colore verde riprende quello della serpentinite - aggiunge Siva - ma anche degli scarabei o dei laghi e del bosco di faggio che abbiamo scoperto nel bosco: un verde principale e poi una palette di varianti da utilizzare secondo l'utilizzo».
I due grafici hanno interpretato un marchio "in divenire, dinamico, che si apre e racconta una storia" e non solo sulle brochure ma anche sulla cartellonistica compariranno i colori e i caratteri che da ora in poi indicheranno la personalità del Parco, con l'intento sempre di informare e incuriosire: «abbiamo lavorato molto alla ristrutturazione del Parco - sottolinea l'assessore regionale all'agricoltura e foreste, Giuseppe Isabellon - alla sistemazione dei sentieri e di ogni sua parte per poter accogliere i visitatori, diventando una risorsa tutto l'anno, così come abbiamo la neve per lo sci. Siamo pronti per le escursioni e per lo sport».

timeline

podcast "listening"