Aperta provvisoriamente l'area megalitica di Saint-Martin de Corléans durante il cantiere evento fino al 20 giugno

Elena Meynet
Le autorità regionali durante il sopralluogo all'area megalitica di Saint-Martin de Corléans
Solo per una settimana, da sabato 13 a sabato 20 giugno, ed in anteprima, apre alle visite guidate per il pubblico l'area megalitica di Saint-Martin de Corléans ad Aosta, che entro pochi anni diventerà parco archeologico e si proporrà come come punto di riferimento per gli studi sul megalitismo europeo: «proseguiamo nella nostra opera di "restituzione" alla popolazione dei beni che hanno formato la cultura e la società valdostana - spiega Laurent Viérin, assessore regionale all'istruzione e cultura - la formula del "cantiere evento" è ormai collaudata e piace questa possibilità di vedere l'evoluzione dei lavori che portano un bene archeologico ad essere fruibile».
I primi lavori nell'area megalitica, ormai inglobata in uno dei quartieri più grandi di Aosta, risalgono al 1969 mentre per il primo progetto di organizzazione dell'area bisogna aspettare gli anni '90: «possiamo dire che l'origine della nostra civiltà è in un "buco" destinato ad ospitare pali sacri - spiega il soprintendente ai Beni culturali, Roberto Domaine - cinte di pali, arature sacre e una serie di tombe a ciste, con stele alte fino a tre metri e con profili ben riconoscibili, sono il patrimonio che in sei metri di profondità ci portano indietro di cinquemila anni. Siamo già in contatto con altre realtà archeologiche dell'arco alpino per una serie di scambi di conoscenze e di studio».
Durante la settimana di apertura del cantiere evento verranno proposte due conferenze ad ingresso libero, nella sala civica allestita all'interno del cantiere: sabato 13 giugno alle ore 18.30 si parla dei risultati delle ricerche archeologiche, mentre mercoledì 17, sempre alle ore 18.30 il tema riguarda il progetto di parco archeologico, di cui è già stata realizzata in video una visita virtuale.
Inoltre, nella giornata di venerdì 12, la Giunta regionale ha approvato l'appalto pubblico del servizio di progettazione e della direzione lavori e di coordinamento della sicurezza dell'allestimento del parco, ultimo lotto dei lavori previsti, per un importo di un milione ed 800mila euro.