Venerdì 25 Maggio, h.18.50

Sono tanti gli elementi che legano Fausto Coppi a Gino Bartali, casuali o intenzionali: Alberto Toscano ne parla nel suo libro "Un vélo contre la barbarie nazie" dedicata a Bartali e presentato da UPF nella sala conferenze della BCC di Aosta.

Ha provocato più di una perplessità il "pareggio" di fatto, alle elezioni regionali, tra Union Valdôtaine e Lega, con l'assegnazione di sette seggi a testa, anche se il "mouvement" aveva ottenuto 1.393 preferenze in più. La motivazione è dovuta all'applicazione della legge elettorale che prevede, in mancanza dell'irraggiungibile premio di maggioranza, fissato al 42 per cento (pari a 28.208 voti), una distribuzione assolutamente proporzionale, che ha portato ad avere il prossimo Consiglio regionale diviso in otto liste, nessuna con la maggioranza relativa. E' possibile che gli obiettivi del legislatore siano stati quelli di rappresentare il più possibile, in piazza Deffeyes, l'espressione dell'elettorato, invece di garantire governabilità, come invece avviene per le elezioni comunali dove è netta la differenza tra chi vince (anche di poco) e governa e chi perde, costretto all'opposizione, anche se, come si vedrà, sono numerosi i voti che, alla fine, non vengono considerati.

L'Union Valdôtaine ha vinto le elezioni regionali del 20 maggio conquistando 12.265 preferenze ed il 19,25 per cento dei voti, con un striminzito margine di 1.393 voti di vantaggio sulla Lega, che rientra in Consiglio Valle dopo trent'anni, grazie a 10.872 preferenze, pari al 17,06 per cento.
In pratica però, la competizione elettorale si è conclusa con un pareggio, visto che ad entrambi i movimenti sono stati assegnati sette seggi mentre quattro sono andati ad "Area Civica - Pour Notre Vallée - Stella Alpina", Union Valdôtaine Progressiste e "Movimento Cinque Stelle", e tre ad Alpe, "Impegno Civico" e "Mouv'".
Fuori dal Consiglio Valle il Partito Democratico ed il "Centro Destra Valle d'Aosta".

Chissà se una delle dieci liste che hanno partecipato alle elezioni regionali di domenica 20 maggio avrà raggiunto almeno il 35 per cento dei voti, vale a dire almeno 22mila preferenze: altrimenti, con l'affluenza alle urne che si è fermata al 65,12 per cento (hanno votato in 67.146 su 103.117 aventi diritto, con 35.971 valdostani che hanno scelto di non esprimersi), il vero vincitore sarà l'astensionismo, come è già avvenuto in altre regioni.
Il Comune in cui si è votato di più è stato Valgrisenche con una percentuale dell'82,53 per cento (137 votanti su 166 aventi diritto), mentre Courmayeur è invece la località dove si è votato di meno, con una percentuale del 54,26 per cento (1.248 su 2.300).

Il Nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza di Aosta ha concluso mercoledì 16 maggio le ulteriori indagini sulla gestione della "Casino de La Vallée SpA" di Saint-Vincent, società a totale partecipazione pubblica, scaturite in seguito alle interessanti affermazioni, successivamente analizzate ed approfondite, espresse lo scorso 10 febbraio sugli organi di informazione da parte di alcuni membri del Consiglio regionale valdostano al termine del primo filone investigativo

E' costata 17.491,90 euro la partecipazione della Regione autonoma Valle d'Aosta al 31esimo "Salone internazionale del libro" di Torino, che si è tenuto nei cinque padiglioni fieristici del "Lingotto" da giovedì 10 a lunedì 14 maggio: lo stand ordinato dalla struttura "Attività espositive" era nel padiglione "tre", di fronte allo "Spazio Duecento" ed a fianco dell'associazione ecologista "Greenpeace".

«E' una pagina dolorosa per la nostra famiglia, che non ha mai accettato la tesi del suicidio di Émile Chanoux». Così Annie ed Émile Jr. Cometto, nipoti del notaio che dà nome alla piazza principale di Aosta, hanno aperto, nel pomeriggio di lunedì 14 maggio, nella saletta "Hotel des états" del Municipio, l'incontro dedicato alla proiezione del documentario del regista Patrizio Vichi.
Nel corso della serata Vichi ha presentato anche alcuni nuovi documenti che suffragano la tesi dell'omicidio dell'ispiratore dell'Autonomia valdostana.

Si è inaugurato alla presenza del segretario nazionale CGIL Susanna Camusso il nuovo ruolo di segretario regionale per la Valle d'Aosta di Vilma Gaillard, che prende il posto di Domenico Falcomatà, passato alla segreteria della SPI CGIL Valle d'Aosta che si occupa dei pensionati.

Sono due persone di origine albanese, ma residenti nel Nord Italia, Emiliano Marvataj, di 22 anni, e Koledio Melaca, di 24 anni, i responsabili di furti in abitazione che nella giornata di martedì 8 maggio la Polizia di Aosta, in collaborazione con i Carabinieri di Mondovì, ha arrestato e condotto ai domiciliari.

Sarà, con tutta probabilità, il Comune di Emarèse ad ottenere tangibili vantaggi del passaggio della 101esima edizione del "Giro d'Italia" in Valle d'Aosta, previsto per sabato 26 maggio: infatti, la penultima tappa della competizione ciclistica, che partirà da Gerusalemme venerdì 4 maggio, vedrà i corridori affrontare, dopo diciannove tappe, il Col Tsecore, per un primo "Gran premio della montagna - Gpm" a 1.623 metri di quota, il Col de Saint-Panthaléon, per il secondo "Gpm" a 1.664 metri di quota, per poi arrivare, con il terzo ed ultimo "Gpm", a Cervinia (che, per l'occasione, come già successo in passato, perde il tradizionale toponimo originale "Breuil").

Il Trentino-Alto Adige ha fatto da apripista ma ora arriva anche in Valle d'Aosta la possibilità di aprire un fondo territoriale, come investimento complementare in vista della pensione: «Fino ad oggi - spiega Stefano Distilli, presidente ed amministratore delegato della partecipata regionale "Servizi previdenziali Valle d'Aosta SpA" - una parte dei versamenti finiva nel fondo nazionale: ora invece possiamo creare un fondo territoriale e aprire i servizi "Fopadiva" anche ai lavoratori autonomi».

Chiude con un guadagno di 656.668 euro il bilancio 2017 di "In.Va. Spa", la società "in house providing" che si occupa di tutta la "Ict - Information and communication technology" del settore pubblico valdostano: «il risultato ante imposte è positivo per 934.507 euro, migliorativo rispetto alle previsioni iniziali - ha sottolineato Pier Carlo Rusci, presidente di "In.Va.", dopo l'assemblea dei soci che ha approvato il documento contabile, nel pomeriggio di lunedì 30 aprile - tale risultato, se si analizza il conto economico, riveste un grande valore per la società poiché l'"ebitda" si mantiene a livelli accettabili ed in linea con quello dell'esercizio precedente».

12vda.tv per #Regionali2018

1. Pour Notre Vallée - Area Civica - Stella Alpina


2. Centro Destra VdA


3. Partito Democratico


4. Impegno Civico


5. Union Valdôtaine Progressiste


6. Alpe


7. Lega VdA


8. Union Valdôtaine


9. Mouv'


10. Movimento Cinque Stelle


Tutti i video su 12vda.tv

Meteo Accuweather

@askanews_ita

12vda versione 5.1

Il nuovo 12vda Dopo dodici anni di attività, 12vda ha aggiornato per la quinta volta la propria impostazione grafica, con l'obiettivo di offrire ai propri lettori un'esperienza di navigazione e lettura sempre più piacevole ed adeguata all'evoluzione tecnologica e di utilizzo.

Approfondisci...

Telegram

Gli aggiornamenti in tempo reale di 12vda ora anche su Telegram.



Scarica l'app e segui il canale di 12vda!

Facebook