Sport

  • Sabato 20 Agosto '16, h.09.40

    «Esprimere quello che ho provato oggi tagliando il traguardo non si può descrivere. Ora posso e voglio solo dire che l'energia che mi avete trasmesso con messaggi video e pensieri mi ha spinto sopra le onde, messo il motore in bici su quella salita durissima, e scortato fino all'arrivo, per non parlare del tifo sul campo di tre pazzi valdostani che mi hanno riempito il cuore!». Così su "Facebook" la triatleta valdostana Charlotte Bonin ringrazia i suoi estimatori dopo il 17esimo posto conquistato ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro giovedì 18 agosto, prima italiana della massacrante specialità di nuoto, ciclismo e corsa, dove ha vinto la statunitense Gwen Jorgensen.




  • Martedì 9 Agosto '16, h.17.40

    Campionessa italiana in carica di maratona fin da aprile, Cathérine Bertone ha ricevuto solo il 14 luglio la convocazione per i Giochi Olimpici di Rio de Janeiro: «non me l'aspettavo - racconta a 12vda prima di partire per il Brasile - diciamo che è una cosa che era per aria da quando ho fatto il tempo di 2h30'19" a Rotterdam, però mi hanno tenuto in sospeso fino all'ultimo minuto, nel senso che aspettavo una ulteriore conferma a luglio, che per fortuna è arrivata».
    Insieme a Cathérine Bertone, a Rio De Janeiro ci sarà anche la triatleta di Gressan Charlotte Bonin, ai suoi secondi Giochi olimpici, dopo quelli del 2008 di Pechino, dove venne coinvolta in una caduta di gruppo in bici e giunse 44esima, saltando poi l'appuntamento di Londra a causa delle conseguenze di alcuni infortuni.




  • Sabato 26 Marzo '16, h.14.35
    Il valdostano Ivan Origone è il nuovo recordman di "speed skiing": sabato 26 marzo, sulla pista Chabrières, a Vars, in Francia, ha portato il nuovo limite dello sci di velocità a 254,958 chilometri orari. Ivan si è giocato il record del mondo con il fratello Simone ed il francese Simon Billy, che hanno migliorato i loro precedenti record, così come l'atleta verbanese Valentina Greggio ha superato il precedente primato femminile, di 242,590 chilometri orari, che era stato stabilito nel 2006 della svedese Sanna Tidstrand, portandolo ad una velocità di 247,083 chilometri orari.




  • Venerdì 4 Marzo '16, h.22.40
    Con 503 punti, il valdostano Federico Pellegrino è il primo fondista italiano ad aggiudicarsi la "Coppa del mondo" di specialità sprint: nonostante la sfortuna, che, nella giornata di venerdì 4 marzo lo ha fatto cadere nei quarti di finale della gara di Quebec City, in Canada, "Chicco" si è classificato 21esimo, quel tanto che bastava per conquistare il trofeo iridato, con il norvegese Petter Northug che si è fermato al quarto posto, nella gara vinta dal francese Baptiste Gros, primo classificato anche nel quarto di finale dove Pellegrino è caduto.



  • Domenica 21 Febbraio '16, h.13.20
    Tina Weirather ha vinto, domenica 21 febbraio, il "supergigante" di "Coppa del Mondo" di La Thuile: la 26enne atleta liechtensteinese ha concluso la sua gara in 1'17"73, davanti alla svizzera Lara Gut, staccata di 57 decimi ed alla leader di "Coppa del Mondo", la statunitense Lindsey Vonn, a 64 decimi. Sesta, la valdostana Federica Brignone (1'18"64), prima delle azzurre.



  • Sabato 20 Febbraio '16, h.12.35
    E' l'azzurra Nadia Fanchini a vincere, nella mattinata di sabato 20 febbraio, la discesa libera di "Coppa del Mondo" di La Thuile, migliorando il risultato del giorno precedente, quando era arrivata terza nella gara di recupero. La Fanchini, che ha fatto segnare il tempo di 1'24"80 nella pista "Franco Berthod", la cui partenza a causa del forte vento è stata abbassata, ha preceduto la statunitense Lindsey Vonn, che si è ripresa la testa della classifica generale ed ha vinto la sua ottava "Coppa del mondo" di specialità, e la compagna di squadra Daniela Merighetti.



  • Venerdì 19 Febbraio '16, h.15.35
    E' la svizzera Lara Gut a vincere a La Thuile, venerdì 19 febbraio, la gara di discesa libera di "Coppa del Mondo" che sancisce il ritorno della Valle d'Aosta nel "circo bianco": la bionda sciatrice elvetica ha fatto segnare, sulla pista "Franco Berthod", nella gara di recupero di Crans Montana, il tempo di 1'35"57. Dietro di lei l'austriaca Cornelia Huetter, ad 1'02", e quindi l'azzurra Nadia Fanchini, staccata di un decimo dalla seconda classificata. L'americana Linsdey Vonn è caduta, mentre Federica Brignone, che ha debuttato in casa in una specialità non sua, si è classificata ventiduesima.



  • Lunedì 15 Febbraio '16, h.16.05
    Si aggiunge una gara di "Coppa del Mondo" alle due già in programma per sabato 20 e domenica 21 febbraio a La Thuile: è la discesa libera femminile originariamente prevista a Crans-Montana, in Svizzera, lo scorso sabato 13 febbraio, rinviata due volte e poi definitivamente annullata a causa delle forti nevicate che hanno reso la pista elvetica troppo "morbida" ed a rischio per le atlete. E' stata la "Fis", ad ufficializzare, per prima, la decisione di organizzare il recupero in Valle d'Aosta, ma per tutta la giornata di lunedì 15 febbraio si è trattato con la società "Infront", per ottenere la copertura televisiva, i cui diritti sono indispensabili per coprire i costi di organizzazione della nuova gara.



  • Venerdì 5 Febbraio '16, h.13.10

    «A forza di sentirsi al "top" si rischia di diventare "tap"». Così Aurelio Marguerettaz, assessore regionale al turismo, sport, commercio e trasporti, nella tarda mattinata di venerdì 5 febbraio, liquida, con una battuta, la scelta, da parte della società sportiva dilettantistica "VdA Trailers" di Courmayeur, proprietaria del marchio "Tor des Géants", che ha ufficialmente organizzato dal 2010 il trail estremo sulle due "Alte vie" della Valle d'Aosta, di non far parte del nuovo "Comitato di gestione" della manifestazione sportiva, creato appositamente dall'Amministrazione regionale.




  • Domenica 13 Dicembre '15, h.15.50
    Quarta vittoria in "Coppa del Mondo" di sci nordico per Federico Pellegrino, il quale, poco dopo le ore 12.30 di domenica 13 dicembre, ha bissato il suo primo trionfo iridato a Davos, in Svizzera, nella "sprint skating" a tecnica libera: l'atleta valdostano 25enne ha vinto la gara, difficile e molto tecnica, con grande mestiere ed esperienza, costruendo la vittoria sin dalle qualificazioni, quando ha ripreso confidenza con il tracciato, piuttosto breve, da 787 metri, da percorrere due volte, e caratterizzato da una ripida salita prima del rettilineo finale. Lo sciatore delle "Fiamme Oro" è riuscito ad avere la meglio sul francese Baptiste Gros, chiudendo la gara in 2'20"97, con 27 decimi su Gros e 32 sul norvegese Sondre Fossli.



  • Sabato 12 Dicembre '15, h.15.30
    Federica Brignone si conferma sul podio della "Coppa del Mondo" di slalom gigante anche ad Are, in Svezia, sabato 12 dicembre, conquistando un terzo posto dopo la vittoria di Sölden e la terza posizione di Aspen: la 25enne atleta valdostana è riuscita nell'impresa nonostante l'infortunio che si era procurata alla spalla sinistra nella prima manche, toccando una porta, ma riuscendo comunque a superarla ed arrivando in fondo, classificandosi provvisoriamente sesta, a 69 centesimi dalla capoclassifica, la statunitense Lindsey Vonn. Il dolore al braccio non ha condizionato troppo però la seconda manche, dove la Brignone ha fatto registrare il miglior tempo ed ha recuperato tre posizioni, chiudendo così al terzo posto in 2'05"05.



  • Sabato 24 Ottobre '15, h.14.15
    «Quando ho indossato il pettorale del primo posto mi sono messa quasi a piangere per il brivido che ho provato, era il sogno della mia infanzia». Così Federica Brignone commenta l'emozione per la sua prima vittoria in "Coppa del Mondo", nello slalom gigante di Sölden, in sud Tirolo, in Austria, alle 13.41 di sabato 24 ottobre, nella prima gara della nuova stagione. La 25enne atleta di La Salle del "Centro sportivo Carabinieri" ha chiuso la sua prova nella ripidissima pista del "Rettenbach" in 2'24"27, con 85 centesimi di vantaggio sulla statunitense Mikaela Shiffrin e di 1"25 sulla liechtensteinese Tina Weirather.



Abbonamento a Sport