Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

A Charvensod conclusi i centri estivi e riqualificata la scuola di Plan Félinaz

comunicato stampa
La rinnovata scuola di Plan Félinaz, a Charvensod

L'anno scolastico 2019/2020 è iniziato, nel plesso scolastico di scuola dell'infanzia di Plan-Félinaz, a Charvensod, all'interno di una struttura rinnovata. Sono infatti stati effettuati interventi di riqualificazione energetica consistenti nel rivestimento dell'edificio con materiale isolante e nella sostituzione dei serramenti, che si aggiungono al rifacimento della copertura effettuata nello scorso mese di novembre. Il cantiere, aperto a inizio luglio, è stato completato nei tempi previsti e ha comportato una spesa di circa 100mila euro.

Si è trattato di un intervento in linea con la politica di sostenibilità ambientale del Comune, che sta procedendo nel proprio piano di riqualificazione degli edifici comunali. È stata dedicata attenzione anche all'estetica: «abbiamo voluto fare una sorpresa ai bambini, che hanno trovato una scuola abbellita con disegni sulle quattro facciate esterne. Un modo per rendere la scuola più bella e a misura di bambino. Sulla facciata abbiamo scritto l'icoula di petchoù: una struttura nella quale trascorrere ore di apprendimento in un clima rilassato e lieto, che favorisca la socializzazione», commenta l'assessore alle politiche sociali Francesca Lucianaz.

Durante l'estate sono stati oltre 35 i bambini residenti a Charvensod che hanno partecipato, ai centri estivi organizzati dalla fine del mese di giugno sino a inizio settembre dal Comune di Charvensod, con il supporto logistico della Cooperativa "Noi&gli altri". Mesi nel corso dei quali i bimbi, dai quattro ai dodici anni di età, hanno svolto una serie di attività ludiche ma comunque arricchenti, effettuando anche escursioni sul territorio comunale e nelle zone limitrofe. Un'offerta che ha potuto essere fruita da numerose famiglie residenti a Charvensod, grazie al fondo "Charvensod solidaire", voluto dal Comune e gestito da "Fondazione Comunitaria onlus". È destinato a sostenere iniziative di solidarietà sociale e progetti specifici a beneficio della comunità di Charvensod.
«L'Amministrazione comunale ha sostenuto, in parte, la spesa delle famiglie con un contributo concesso una tantum, in base alla frequenza di partecipazione al Centro estivo - aggiunge la Lucianaz - nel complesso, il sostegno elargito supera i duemila euro».

podcast "listening"