Il Comune di Aosta "butta via" due automobili a gpl della Polizia Locale ancora potenzialmente utilizzabili: meglio andare in giro in "suv"

Angelo Musumarra

Sarà probabilmente poco elegante, per la Polizia Locale di Aosta, andare in giro con auto che hanno oltre dieci anni d'età e, se fino allo scorso anno lamentavano mancanza di veicoli, tanto da essere costretti ad utilizzare i furgoni o quelli della "Protezione civile" per spostarsi ed effettuare gli interventi di routine, ora la situazione pare cambiata e ci si può permettere di rottamare auto che, sulla carta, potrebbero essere utilizzate ancora per diversi anni senza particolari problemi.

Due auto a gpl ritenute "obsolete" anzitempo. E' il caso delle due "Citroën C3" alimentate a gpl, ritenute obsolete dal comandante della Polizia Locale, Fabio Fiore, insieme ad altre due "Fiat Punto" a benzina: se queste ultime hanno sulle spalle ben 17 anni di attività (una è già stata demolita e la seconda la seguità tra poco) e sono "euro 3" (ma restano fuori da qualunque tipo di blocco del traffico), le due utilitarie francesi, acquistate dal Comune di Aosta nel 2005, avevano rappresentato, all'epoca, un chiaro segnale di attenzione all'ambiente, oltre che meno costoso per le casse comunali.
Le "C3", che sulla base delle disposizioni di legge non sono soggette, come tutti i veicoli con impianto gpl di nuova generazione, a blocchi del traffico, si sono spesso viste ad Aosta fino alla fine del 2015 quando, insieme ad altri mezzi, sono state fermate per diversi mesi, in attesa che l'Amministrazione comunale trovasse i fondi per la loro manutenzione. In particolare, l'impianto gpl, prevede, oltre la normale revisione ogni due anni, dopo i quattro iniziali, la sostituzione della bombola ogni dieci anni, con una spesa che si aggira tra i trecento ed i cinquecento euro, a seconda che l'allestimento sia originale o aggiuntivo, come nel caso delle "C3" della Polizia Locale di Aosta.
Nei primi mesi del 2016 le due "Citroën" si sono nuovamente viste in giro per la "Plaine" segno evidente che la manutenzione era stata svolta, e che quindi le due auto potevano continuare a circolare, evitando di inquinare l'ambiente.

Spesi settantamila euro per quattro nuove auto. A settembre però il Comune ha stanziato settantamila euro per l'acquisto di quattro nuovi veicoli, arrivati poi quasi un anno dopo: oltre a due normalissime "Fiat Punto" a benzina (che costavano di listino a partire da 14.300 euro), non manca il "suv" di moda, la giapponese "Subaru Forrester" (listino a partire da 27.990 euro) a trazione integrale, e neppure la sbarazzina italiana "Alfa Romeo Giulietta" (listino a partire da 22.600 euro), quando con la "spending review" un'auto del genere non viene assegnata neanche al questore di Aosta che è dovuto passare dall'imponente "Alfa Romeo 159" blindata alla più discreta "Fiat Tipo" (listino a partire da 12.500 euro).
Il paradosso è però rappresentato dalla "Alfa Romeo 146", la sgraziata "fastback" del 1998, "euro 2", ancora in uso come "autovettura di rappresentanza" del Comune di Aosta ed assegnata alla Polizia Locale: a vederla non sembrerebbe un'auto di quasi vent'anni, così come le due "Citroën" non meriterebbero la rottamazione, visto anche un valore commerciale intorno ai 4.000 euro.

Il Comune spenderà altri soldi pubblici per rottamarle. Invece il Comune di Aosta, dopo averle acquistate, allestite con tutti i dispositivi di sicurezza e visibilità specifici per l'uso come veicolo della Polizia Locale, ed effettuato la necessaria manutenzione per ben dodici anni, (l'utilitaria è nota per essere decisamente indistruttibile), dovrà anche spendere altri 136,50 euro per la loro rottamazione, come disposto da Valeria Zardo, la dirigente che ha firmato lo scorso venerdì 15 settemre la radiazione delle tre auto: le due "C3", che sono attualmente parcheggiate, insieme alla "Punto", con la quale condividono il destino, nell'autorimessa comunale al Pont Suaz, dove sono stati smontati i lampeggianti.
Le auto sono destinate a diventare donatrici di ricambi per le "sorelle" ancora regolarmente in circolazione, anche se potrebbero circolare ancora per almeno altri otto anni.

Ultimo aggiornamento: 
Lunedì 18 Settembre '17, h.19.00

Commenta..

Scrivi qui sopra il tuo commento alla notizia.

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il commento non venga inviato da procedure automatizzate
CAPTCHA con immagine

Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.