Elisa Tripodi del "Movimento Cinque Stelle" batte Alessia Favre e conquista il seggio valdostano alla Camera: dietro alle due donne ci sono Luca Distort e Giampaolo Marcoz

redazione 12vda.it
Elisa Tripodi con Luca Lotto

La sorpresa delle elezioni politiche 2018 in Valle d'Aosta ha il nome di Elisa Tripodi, la candidata per la Camera del "Movimento Cinque Stelle" che di professione fa la barista e la consulente assicurativa. Con 15.999 voti ed il 24,11 per cento delle preferenze entra nella storia, diventando la prima parlamentare donna della Valle d'Aosta, battendo Alessia Favre, candidata della lista "Vallée d'Aoste - Progrés et tradition", coalizione tra Union Valdôtaine, Union Valdôtaine Progressiste, Partito Democratico ed "Edelweiss Popolare Autonomista Valdostano", che è stata staccata di quasi 1.500 voti, con una percentuale del 21,74 per cento e 14.429 preferenze.

Dietro alle due donne, con il 18,26 per cento e 12.118 voti, c'è Giampaolo Marcoz della lista "Per tutti, pour tous, pe tcheut", coalizione tra Alpe, Stella Alpina, "Pour notre Vallée" e "Mouv'" e quindi Luca Distort della Lega, con il 17,46 per cento e 11.588 preferenze. Molto più staccato Edoardo Melgara, candidato per la lista del "Centrodestra valdostano", coalizione tra Forza Italia, Fratelli d'Italia e "Movimento Nuova Valle d'Aosta", che raccoglie l'8,34 per cento e 5.533 preferenze, mentre Chiara Minelli di "Risposta Civica" non riesce a superare la percentuale del quattro per cento, fermandosi al 3,95 per cento ed a 2.623 voti, con Francesco Rappazzo di "Potere al popolo" al 2,56 per cento con 1.700 voti netti.
Così come per il Senato, a chiudere la classifica c'è il candidato di "Casapound", Lorenzo Aiello, con l'1,82 per cento e 1.205 voti e la candidata del "Partito valore umano" Daniela Glarey con l'1,77 per cento e 1.175 preferenze.

Le schede nulle sono 3.516, il 4,89 per cento mentre le bianche sono 2.057, il 2,86 per cento.
 

 

 

ultimo aggiornamento: 
Lunedì 5 Marzo '18, h.05.40