Leonardo La Torre coordinatore politico di "Pour notre Vallée": «stiamo dando risposte tangibili ai problemi dei valdostani»

redazione 12vda.it
Leonardo La Torre nella hall del Consiglio Valle mentre parla con Nello Fabbri

E' Leonardo La Torre, eletto in Consiglio regionale nel 2013 nella lista dell'Union Valdôtaine, passato a "Pour notre Vallée", il gruppo consiliare formato dagli ex unionisti Antonio Fosson e Claudio Restano, attuale assessore regionale al turismo, il coordinatore politico del nascente movimento che "sta raccogliendo sul territorio regionale - si legge in una nota - le diverse istanze dei cittadini per poter dare risposte concrete ai problemi delle famiglie valdostane, delle aziende, dei lavoratori e dei giovani".

La Torre, sospeso dall'incarico elettivo il giorno successivo al suo passaggio di gruppo, in seguito alla condanna a dieci mesi e 24mila euro di multa per indebita percezione di contributi pubblici e finanziamento illecito ai partiti, da parte della Corte d'Appello di Torino, in merito alla gestione dei fondi dei gruppi del Consiglio Valle, in passato è già stato coordinatore della "Fédération Autonomiste", che aveva poi abbandonato passando all'UV, così come avevano fatto altri esponenti politici dopo aver costituito il movimento "Creare VdA": «sono già quasi esterno al consiglio - aveva dichiarato La Torre nel suo ultimo intervento da consigliere regionale, lo scorso 1° marzo chiedendo che, in trenta giorni, venisse definita la nuova legge elettorale e che, successivamente, si andasse ad elezioni - non è più possibile questo teatrino della politica, non si salva nessuno da questa situazione. E' arrivato il momento delle liste civiche che dimostreranno che i cittadini sono stufi di una politica dove i partiti non ci sono».

«Basta con lo scontro politico - sottolinea adesso - ora stiamo dando risposte tangibili ai problemi dei valdostani. Per troppo tempo abbiamo assistito ad un'inerzia della politica, oggi il nuovo Governo Regionale e la nuova maggioranza, in cui operano attivamente Antonio Fosson e Claudio Restano, stanno dando quei segnali di cambiamento di cui la Valle d'Aosta ed i valdostani avevano bisogno».

Ultimo aggiornamento: 
Venerdì 14 Aprile '17, h.16.15

Commenta..

Scrivi qui sopra il tuo commento alla notizia.

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il commento non venga inviato da procedure automatizzate
CAPTCHA con immagine

Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.