Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Raffaella Sarteur conferma la sua presenza in "Esprit Courmayeur": «nello scorso Consiglio comunale scritta una brutta pagina di politica»

comunicato stampa
Raffella Sarteur durante il Consiglio comunale del 26 luglio

La lista "Esprit Courmayeur", che nel novembre 2017 aveva vinto le elezioni comunali, con 840 preferenze, in una nota ricorda che "ha sempre avuto alla base della propria azione i seguenti obbiettivi strategici: rispettare e implementare il programma amministrativo presentato alle elezioni del 2017, condivisione e comunicazione, avere con noi la miglior squadra possibile, essere attenti a recepire le critiche e i cambiamenti che avvengono intorno a noi. È nel contesto di questi obbiettivi e nella consapevolezza del duro lavoro che comporta la loro piena realizzazione che condividiamo le seguenti dichiarazioni del Consigliere di maggioranza e membro di Esprit Courmayeur Raffaella Sarteur".

"Mi ero riservata qualche giorno per riflettere a mente fredda - dichiara la Sarteur, che si è dimessa dal ruolo di assessore comunale all'ambiente, urbanistica, territorio ed opere pubbliche - su quella che innegabilmente è stata una brutta pagina della politica di Courmayeur: il Consiglio comunale del 26 luglio 2019. Questo breve lasso di tempo mi ha permesso innanzitutto di valutare quelli che sono, a mio avviso, gli errori commessi, in primo luogo i miei, che hanno contribuito a scrivere questa pagina. Mi ha permesso, inoltre, di confrontarmi apertamente e serenamente con il Sindaco, con i miei colleghi e con i molti cittadini che ho incontrato e ai quali ho chiesto un’opinione. Credo fermamente che un amministratore sia innanzitutto il portavoce della popolazione e pertanto sia fondamentale conoscerne le opinioni. Ringrazio tutti coloro che hanno generosamente messo a disposizione il loro tempo, la loro anima e la loro coscienza per sostenermi e aiutarmi in un momento così delicato, non certo per il mio bene ma per il bene di tutti. Ed è proprio questo il motivo che oggi mi fa coscientemente e responsabilmente ribadire che, essendo stata io eletta nelle fila di Esprit Courmayeur, non c’è altro luogo in cui io possa o voglia essere e che è mio preciso dovere restarvi fino alla fine del nostro mandato. Il mio cammino come Consigliere di maggioranza di Esprit Courmayeur prosegue, mettendo a servizio della comunità e a beneficio di essa tutte le mie capacità, con il preciso impegno di svolgere e interpretare nel migliore dei modi tale ruolo. A chi ha invocato le dimissioni del Sindaco, a chi ha sollecitato, direttamente o indirettamente, la presentazione di una mozione di sfiducia, a chi ha costruito o tentato di costruire una realtà basata su percezioni o supposizioni, non posso che rispondere che non è nella mia natura operare in questo modo. Pertanto, la questione non si pone né si è mai posta".

"Esprit Courmayeur accoglie con grande soddisfazione la scelta fatta dal Consigliere Raffaella Sarteur - conclude la nota - ringraziandola per quanto da lei fatto in questi 20 mesi, e per il suo continuo lavoro di analisi e critica costruttiva all’interno del gruppo, sempre teso alla ricerca del modo migliore con cui raggiungere gli obbiettivi amministrativi e politici indicati nel nostro programma elettorale. Sindaco, Vicesindaco e Giunta Comunale di Courmayeur proseguiranno concretamente con il loro lavoro, fiduciosi nei risultati ottenuti ed in quelli che otterranno amministrando nel solco del nostro programma elettorale che, ricordiamo, si sviluppa in cinque anni di mandato, e non solo in 20 mesi".

podcast "listening"