Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Rinnovata fino al 2021 la convenzione tra Valle d'Aosta e Piemonte per la "Rete oncologica". Baccega: «sinergia che ha portato ottimi risultati»

comunicato stampa
L'assessore regionale alla sanità Mauro Baccega

La Giunta regionale, nella seduta di venerdì 8 marzo, ha rinnovato, fino al 31 dicembre 2021, le convenzioni tra la Regione autonoma Valle d'Aosta e la Regione Piemonte per la prosecuzione delle attività della "Rete oncologica del Piemonte e della Valle d'Aosta": «fin dal 2002 - ricorda Mauro Baccega, assessore regionale alla sanità, salute e politiche sociali - la Regione ha approvato un protocollo d'intesa con la Regione Piemonte per la realizzazione di una rete sanitaria interaziendale e interregionale al fine di sviluppare sinergie volte alla qualificazione e all'ottimizzazione dell'offerta sanitaria nel settore, tra gli altri, dell'oncologia. Da allora, le due Regioni hanno sempre rinnovato la volontà di collaborare in tale settore visti gli ottimi risultati che questa sinergia ha determinato».

Le convenzioni rinnovate dalla Giunta regionale prevedono il prosieguo delle attività del Dipartimento funzionale interaziendale ed interregionale denominato "Rete oncologica del Piemonte e della Valle d'Aosta", della rete interregionale di oncologia e oncoematologia pediatrica e l'approvazione del "Piano di attività" per l'anno 2019: «il Piano delle attività per il 2019 - aggiunge l'assessore - prevede, tra gli altri, l'adozione di interventi organizzativi e formativi relativamente alle principali patologie tumorali, l'adozione di interventi per valorizzare il ruolo infermieristico nei percorsi di cura oncologici, il coinvolgimento dei servizi territoriali e dei diversi operatori della rete e l'adozione di interventi per migliorare i percorsi di cura nei pazienti anziani. Inoltre si prevede il potenziamento dei servizi centralizzati, genomica ed oncologia molecolare, ricerca clinica, formazione sul campo, comunicazione, e la promozione dei numerosi progetti promossi dalla rete oncologica. La spesa complessiva è di un milione, 543mila e 500 euro dei quali 43mila e 500 di competenza della Regione autonoma Valle d'Aosta».



«Voglio infine ricordare - conclude Baccega - che proprio giovedì 7 marzo si è tenuto il primo di tre incontri aperti alla popolazione organizzati dalla "Rete oncologica" e dall'Azienda Usl dal titolo "Nuove sfide in oncologia". Si tratta di incontri informativi, particolarmente interessanti per le tematiche trattate e per la diffusione della conoscenza al largo pubblico di aspetti correlati alle malattie tumorali. I prossimi incontri si svolgeranno l'11 aprile e il 6 giugno».